breaking news

I misteriosi nuraghi sardi

febbraio 25th, 2010 | by Red
I misteriosi nuraghi sardi
Sardegna
0
Spread the love

Per un turismo che vada oltre lo stereotipo della vacanza modaiola che caratterizza il nord della Sardegna, una tappa obbligatoria è rappresentata da una visita ai caratteristici nuraghes.

I nuraghes sono delle torri in pietra di forma tronco-conica risalenti al II millennio a.C. ampiamente diffusi in tutta la Sardegna.

Unici nel loro genere, costituiscono i monumenti megalitici più grandi e meglio conservati che si possano trovare oggi in Europa e sono unanimemente considerati come il simbolo più noto della Sardegna. Ne rimangono in piedi circa 7.000 sparsi su tutta l’Isola.

Archeologi e storici hanno ipotizzato che la loro funzione fosse a carattere civile-militare oppure a carattere sacro, ma non si hanno certezze a riguardo.

Alte spesso fino a 20 metri, le torri sorgono spesso in posizione dominante in cima a una collina, ai bordi di un altopiano, all’imboccatura di una valle od in prossimità di approdi lungo le coste.

Le mura che le compongono sono sempre poderose e possono arrivare ad uno spessore di 4-5 metri, con un diametro esterno fino a trenta-cinquanta metri alla base, diminuendo poi con l’aumentare dell’altezza, formando un tronco di cono la cui inclinazione è più accentuata nelle torri più antiche.

Nel 1997 l’Unesco li ha classificati come patrimonio mondiale dell’umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *