breaking news

Viaggio in Marocco, terra di grande fascino sospesa nel passato

febbraio 5th, 2011 | by Red
Viaggio in Marocco, terra di grande fascino sospesa nel passato
Marocco
0
Spread the love

Il Marocco è mondo arabo (anche se moderato), è montagna e deserto, mare e dune, è mura di città antiche che sembrano sorgere dalla terra stessa, è un’immensa distesa di spazi aperti dove, se si vuole, si può riuscire a non vedere quasi mai, le chiassose comitive di turisti. In Marocco è come rivivere costantemente nel passato: un re che dalle sontuose dimore del suo regno governa con fermezza, le vecchie città imperiali tutte mosaici, moschee e minareti, il popolo spesso vestito ancora con la djellaba e il caffetano, le donne con gli occhi neri bistrati che spuntano sull’orlo del velo, i visi coperti secondo gli insegnamenti di un antico manuale di vita, il Corano. Perfino il paesaggio sembra sospeso nel tempo; l’ibernazione ha fatto giungere fino a noi città che sono musei viventi, malgrado il continuo confronto con i costumi europei e americani esibiti dall’orda continua dei turisti. Le esotiche architetture di Marrakech, Rabat, Fès e Meknès sono le tappe imperdibili di ogni viaggio in Marocco, ma ben pochi riescono poi a resistere al richiamo delle belle zone costiere che si affacciano sull’Atlantico (Agadir a sud, Tangeri a nord), delle escursioni sui monti del Rif o dell’Atlante, o delle zone sahariane a sud-est, un Marocco fatto di oasi e danze rituali, di dune, pietre e cammelli, di improvvisi scorci di bellezza, di imprevista frescura nelle vallate nascoste. Per chi desidera scoprire il Marocco non mancano le possibilità né in termini di ricettività né di collegamenti.

Arrivando all’aeroporto internazionale di Casablanca Mohammed V. a 30km dalla città, ci si può trasferire in città con i minibus degli hotel, con i pullman pubblici o in taxi. In aereo è possibile raggiungere i gli aeroporti principali partendo dai principali centri d’Italia a tariffe spesso molto vantaggiose se afferrate con un po’ di anticipo.

In auto
Il modo più usato da chi non viaggia tutto compreso per spostarsi in Marocco è il noleggio di un’auto; a volte il mezzo che avrete in dotazione non sarà perfetto, ma i costi sono comunque contenuti, anche se come sempre conviene acquistare il noleggio in Italia prima di partire (soprattutto in estate è bene prenotare l’auto per tempo, perché la richiesta è notevole, soprattutto per quanto riguarda le vetture di piccola cilindrata).

In treno
La rete ferroviaria è poco sviluppata, ma assicura comunque i collegamenti tra i principali centri del Marocco come Casablanca, Rabat, Meknès, Fès, Oujda, Casablanca, Tangeri e Marrakech. Inoltre un viaggio in prima classe in carrozze con aria condizionata è un modo di viaggiare confortevole e molto panoramico, nonché, per le nostre tasche di europei, molto economico.

In pullman
Molto usato invece il capillare sistema delle linee di autopullman, che nelle grandi città partono praticamente ogni ora per tutto il resto del paese. Le linee CTM e SATAS assicurano, ad esempio, collegamenti veloci e sufficientemente comodi; un percorso tipo come Casablanca – Agadir dura all’incirca un’intera nottata.

In nave
Anche il traghetto risulta facile e conveniente, dando anche la possibilità di portare con sé la macchina per scoprire i luoghi più belli del Marocco in completa autonomia. I collegamenti marittimi per Tangeri e per le isole greche vengono operati da vettori di grande esperienza e di elevato standard. Prendere un traghetto per il Marocco è un’esperienza caratterizzata da comfort e sicurezza. Tra le compagnie marittime più importanti menzioniamo Grandi Navi Veloci,  Comanav, Comarit, Balearia e Trasmediterranea. Per chi desidera raggiungere il Marocco notevoli le offerte di traghetti e navi low cost. Basta cercare traghetti Marocco, traghetti Tangeri, navi Marocco, per avere una panoramica di collegamenti, orari, tariffe e compagnie marittime, con la possibilità di prenotare il vostro viaggio in traghetto comodamente online, seduti sulla vostra poltrona di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *