breaking news

I vari volti della Liverpool da visitare

marzo 25th, 2011 | by Red
I vari volti della Liverpool da visitare
Gran Bretagna
0
Spread the love

Girando per le vie della Liverpool city, si nota subito una molteplicità di aspetti di questa metropoli inglese, situata nella parte orientale dell’Inghilterra a ridosso del Mare d’Irlanda. La città offre diversi spunti per visitarla, e da ogni via del centro storico traspaiono le diverse fasi storiche che ha attraversato.

Prima ancora che polo attrattivo turistico, Liverpool è una grande realtà industriale. Nei secoli precedenti, quando si avviò quel grande processo economico che fu la rivoluzione industriale, la città vide sorgere diverse industrie, che tuttora trainano il prodotto interno lordo della Gran Bretagna. Sono presenti stabilimenti farmaceutici, industrie per alimenti e del settore automobilistico.

Accanto alla Liverpool industriale, se ne affianca subito un’altra che ricorda ancora lo stretto connubio con il mare. Il porto di Liverpool non è lo stesso di un secolo orsono, quando una buona percentuale delle merci dirette verso il mondo passava per i magazzini dell’Albert Dock. Per non parlare dei tempi in cui fu creata la Compagnia delle Indie Orientali. Ora sul porto vengono conservate gelosamente le Three Graces, i tre monumenti entrati a far parte del patrimonio dell’umanità Unesco.

È difficile non accomunare Liverpool al gruppo musicale dei Beatles. La rock band mosse i primi passi qui, prima di conquistare i cuori di milioni di fan sparsi per il mondo. La beatlesmania è ancora un forte traino per il turismo locale, e non passa giorno che i luoghi simbolo dei Beatles, come Penny Lane o Strawberry Fields, siano raggiunti dai fan.

Osservando i liverpooliani, balza immediatamente all’attenzione la diversità tra chi abita la città. Il multiculturalismo è un aspetto primario e contribuisce a comporre il tessuto sociale di Liverpool. A parte i casi più eclatanti, come Chinatown, si nota un’accettazione dello “straniero” che molte altre realtà europee possono solo immaginare. Un’apertura mentale che deriva dall’abitudine della città ad accogliere le genti del mondo attraverso il porto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *