breaking news

Basilicata in bus

ottobre 17th, 2009 | by Red
Basilicata in bus
Basilicata
0
Spread the love

Le distanze si accorciano con “Basilicata in bus”, un’iniziativa che faciliterà gli spostamenti di turisti Romani e Napoletani grazie ad un bus granturismo che li preleverà dalle rispettive stazioni Termini e Piazza Garibaldi per un weekend da trascorrere a Matera e nell’area bradanica.

L’inizitiva, organizzata da operatori turistici di Matera in collaborazione con la Regione Basilicata e l’Apt, prenderà il via il 23 ottobre e propone un pacchetto turistico al costo di 130 euro per un soggiorno di tre giorni nella caratteristica provincia lucana.

Nota per i suoi famosi Sassi, la città è meta di molti visitatori, che ne possono ammirare anche le singolari bellezze naturali. I Sassi, che conferiscono unicità e peculiarità al centro storico di Matera sono caratteristici rioni scavati a ridosso della Gravina, un profonda gola che divide il territorio in due. La posizione strategica della città le ha permesso di rimanere nei secoli, quasi indenne dagli attacchi nemici e di arrivare ai giorni nostri in tutta la sua originaria bellezza. Da vedere è soprattutto il Sasso Barisano, il più ricco di portali scolpiti e fregi che ne nascondono il cuore sotterraneo e il Sasso Caveoso, disposto come un anfiteatro romano, con le case-grotte che scendono a gradoni. Separa i due Sassi, la Civita, uno sperone roccioso sulla cui sommità si trovano la Cattedrale ed i palazzi nobiliari che formano l’antico nucleo urbano dell’antica città, dichiarato dall’UNESCO paesaggio culturale.

Gli organizzatori si propongono di attrarre il maggior numero di turisti romani e partenopei, con corse speciali che permetteranno di superare le difficoltà logistiche legate alla viabilità e di realizzare una sinergia tra operatori pubblici e privati. I visitatori potranno infatti richiedere lungo il tragitto, fermate intermedie a Frosinone e Salerno in modo tale da alleggerire il viaggio con soste di ristoro.
Si è potuto rilevare come i visitatori campani e laziali costituiscano il principale mercato di prossimità della Basilicata con il 30 per cento di presenze medie ed è proprio per questo motivo che si è in tal modo voluto favorirne i trasferimenti verso la Lucania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *