breaking news

A Barcellona tutto l’anno

ottobre 23rd, 2008 | by M.An.To
A Barcellona tutto l’anno
Arte & Cultura
1
Spread the love

Le bellezze architettoniche ed i capolavori artistici – insieme ad una gustosa cucina e ad una vita notturna tra le più animate – fanno di Barcellona una delle mete preferite dei viaggiatori che raggiungono la Spagna. A circa un paio d’ore dall’Italia, la città dove non si dorme mai (o forse sì, ma solo di giorno!), offre l’incanto di una città dalle tradizioni secolari unite a un processo di evoluzione elettrizzante, espressione concreta di un continuo rinnovamento.

Città culturalmente vivace è da sempre aperta alle tendenze straniere – cosmopolita grazie ad un porto attivissimo e alla vicinanza dei confini nazionali – interpretate qui in maniera originale.

E’ una città bellissima e ancor più belli sono i suoi abitanti, la cui indole si esprime attraverso colorite tradizioni e tanto folclore. Espressione dell’anima catalana sono per esempio, le feste popolari che durante l’anno si svolgono a Barcellona e dintorni, la più famosa delle quali è quella dedicata alla Mercè. I festeggiamenti per la Vergine della Mercede iniziano il 24 settembre e proseguono per quattro giorni, in un festival di giochi pirotecnici, sfilate e sagre. Questa è anche l’occasione buona per assistere ad appassionanti sfide di “castells“, torri umane i cui piani sono composti da robusti e coraggiosi uomini. Tipicamente spagnola è la corrida ed una delle “Plazas de Toros” più grande è proprio quella di Barcellona. L’evento è di scena la domenica, dal periodo di Pasqua fino ad ottobre.

Catalano purosangue, Antoni Gaudì – protagonista del Novecento mondiale – nacque a Tarragona ma elesse la vicina Barcellona teatro della sua vivace e creativa arte. La città, che non risparmiò critiche e dissenso nei confronti dei suoi progetti grandiosi ma a volte allucinati, conserva molte opere del geniale maestro del Modernismo. Dalla maestosa Sagrada Familia (opera incompiuta) all’improbabile Casa Batllò e alla curvilinea Casa Milà (detta la Pedrera). Tappa obbligata del viaggio intorno a Gaudì è senz’altro il Parc Güell, altro progetto incompiuto di una città giardino dalle architetture liberty e sinuose; all’entrata colorate lucertole accolgono il visitatore stupito.

Tra piazze, monumenti, ottimo cibo e divertimento ve ne è davvero per tutti i gusti. Il turista che raggiunge Barcellona, non solo scoprirà una città antica e moderna al tempo stesso – dove l’accostamento tra un vecchio quartiere di pescatori ed una moderna città olimpica non sembra poi così irriverente – ma avrà anche la possibilità di farlo risparmiando, perchè voli low cost (con AirBerlin) e alberghi a 30 euro a notte, ve ne sono in tutti i periodi dell’anno. E anche molto ampia è la scelta di ostelli della gioventù, appartamenti per vacanza e bed & breakfast.

One Comment

  1. natasha says:

    A Barcellona il divertimento è assicurato! …. e anche la paella!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *