breaking news

Un week-end al Castello Oscano di Cenerente

ottobre 4th, 2008 | by Asia
Spread the love

Siamo in Umbria e per vivere un’esperienza insolita andiamo alla ricerca di un luogo che metta insieme al fascino della campagna e del paesaggio l’atmosfera fiabesca di uno dei tanti edifici storici che costellano la regione.
Vicino Perugia, a Cenerente, ci imbattiamo in un’antica residenza nobiliare immersa nella quiete di un parco secolare di faggi rossi e sequoie delle colline umbre, una dimora storica che risale al 1360, il Castello dell’Oscano.

L’atmosfera è ricca di fascino e di storia, i merli del castello, le sue torri, le finestre bifore e trifore, gli archi gotici e le merlature fiorentine ci ricordano il ruolo che questa imponente struttura  può aver svolto in passato, gli ambienti sono intrinseci di cultura, di uomini e di donne che hanno segnato con la loro vita o con il loro passaggio questo incantevole luogo.

Il Castello è sorto sui resti di un’antica rocca medievale con una torre di avvistamento, sorretta dai bastioni ancora visibili, che doveva servire ad avere il completo controllo della vecchia strada del lago Trasimeno verso il Ducato di Toscana. A costruirlo fu una famiglia bavarese, i Telfner, che resero il Castello un punto di riferimento e di frequentazione di uomini di cultura italiani ed europei dell’800.

Oggi il Castello si apre all’ospitalità dei turisti, accolti in eleganti ed austere sale, in camere ampie e luminose dotate di ogni comfort e arredi del più pregiato antiquariato. Un’eleganza essenziale che regna nella preziosa biblioteca e nei salotti dove fermarsi lasciandosi andare alla lettura o alle conversazioni in una incantevole atmosfera. Il personale è gentile, premuroso ma sempre molto discreto. Nella sala da pranzo e per la colazione del Castello, la “Turandot”, la cucina accompagna gli ospiti agli autentici e genuini sapori umbri

Al Castello dell’Oscano gli ospiti possono scegliere di soggiornare anche in altri due stabili: “Villa Ada”, una dimora ottocentesca – adiacente al Castello – dallo stile sobrio, camere in cotto, legno e colori neutri che rispecchiano la vera tradizione umbra, e il casale “La Macina”, azienda agrituristica che, oltre le specialità di produzione propria, coltivazioni biologiche e allevamento di bestiame, dispone di confortevoli appartamenti indipendenti.

Cosa dire di più? Vivere un week-end immersi in questa fiaba, per essere romantici, nel fare o non fare, occupandosi del proprio tempo, del proprio corpo, del proprio benessere…e già, perché al Castello in una parte delle vecchie scuderie è stato realizzato anche un piccolo gym con sauna, cyclette, treademills, gratuito per i clienti alloggiati.

One Comment

  1. sara says:

    Io amo i castelli, lo passerei con piacere un week-end li dentro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *