breaking news

Le rievocazioni storiche in Umbria

novembre 23rd, 2010 | by Red
Le rievocazioni storiche in Umbria
Eventi
0
Spread the love

L’Umbria è famosa per il numero di città storiche che la contraddistinguono, con monumenti unici e di valore inestimabile: pensiamo solo alla Basilica di San Francesco di Assisi, al Duomo di Spoleto o al Ponte delle Torri di Spoleto. A ciò dobbiamo aggiungere le rievocazioni storiche che, per importanza, sforano i confini regionali per imporsi nel campo culturale mondiale. Tutte ottime occasioni per alloggiare in Umbria qualche giorno.

La breve rassegna di eventi in costume parte da Foligno, conosciuta anche come “lu centru de lu munnu”, con la Giostra della Quintana. A giugno e nella prima metà di settembre si disputa la gara tra i dieci rioni cittadini, con lo scopo di centrare in sella a un cavallo degli anelli con una lancia; il tutto in corsa e seguendo un tracciato prestabilito. La rievocazione si rifà al periodo barocco, così come i costumi e le pietanze consumate nelle locali taverne.

Ci spostiamo di pochi chilometri ed entriamo nella piccola ma deliziosa Bevagna. Il Mercato delle Gaite si svolge a giugno e in quel periodo il centro storico si divide tra le antiche attività artigianali tipiche del Medioevo: dalla produzione della carta alla filatura della seta, fino alla forgiatura del ferro. Ogni anno si affinano le ricerche storiche, per conferire alle Gaite la più assoluta veridicità.

Gubbio si distingue per due rievocazioni. Il Palio della Balestra è una sfida che si consuma da secoli tra la città umbra e la toscana San Sepolcro. Protagoniste sono le balestre, armi di precisione con le quali si devono fare più centri possibili. L’ultima domenica di maggio c’è la sfida a Gubbio, mentre a settembre è la volta di San Sepolcro.

Il 15 maggio, invece, la Corsa dei Ceri di Gubbio rinnova un rito plurisecolare per gli eugubini. Si tratta di tre grandi strutture in legno massiccio, rappresentanti i tre santi protettori e trainati in rigoroso ordine fino alla Basilica di Sant’Ubaldo. La particolarità è che vince chi ha più “stile” nel portare gli alti ceri, seguendo regole ferree fate rispettare da giudici integerrimi.

Concludiamo la breve rassegna delle rievocazioni storiche, che spingono a soggiornare in Umbria, con la Corsa degli Anelli di Narni. Si svolge in prossimità della festa patronale di San Giovenale. La gara è tra tre cavalieri che rappresentano gli altrettanti antichi quartieri di Narni. Lo scopo è di infilare, in velocità e con un’asta, un grande anello d’argento lungo un percorso all’interno del Campo de li Giochi.

Queste sono le principali rievocazioni, cui se ne aggiungono altre: la Corsa dei Bovi a Montefalco, il Palio dei Terzieri di Trevi, e altre ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *