breaking news

A Savigliano per la Festa del Pane

settembre 8th, 2009 | by M.An.To
Spread the love

La V edizione della Festa del Pane di Savigliano si terrà il 25, 26 e 27 settembre e porterà nella strade e nelle piazze di questa piccola, ma deliziosa cittadina del Cuneese, panettieri e pani provenienti da tutta Italia e anche da alcuni Paesi europei. Quale ottima opportunità per una visita che può allargarsi anche alle immediate vicinanze: Savigliano è posta lungo l’autostrada Torino-Savona, facilmente raggiungibile sia in treno che in automobile ed è situata al centro di un territorio, quello dell’associazione Le Terre dei Savoia, che riunisce comuni che vanno dalle Langhe al Monferrato, passando attraverso luoghi ricchi d’arte e di storia quali la Reggia di Racconigi, il castello de La Manta o l’abbazia di Staffarda. Insomma un pretesto per una visita che riunisce paesaggi unici, tradizione locale, percorsi del gusto e strade del vino, sentieri ciclo-turistici ben curati, cittadine – Saluzzo, Bra, Alba, Fossano sono solo alcuni esempi eccellenti – pacifiche ma culturalmente molto vive.

La Festa del Pane vuole celebrare il tradizionale Pane all’Alvà, parola piemontese che definisce la lievitazione naturale, tipica della lavorazione artigianale, che garantisce un prodotto gustoso, a lunga conservazione e di ottima digeribilità. Una tavola rotonda dal titolo <Pane per amico> che si terrà presso il Teatro Milanollo sabato 26 e i molti laboratori didattici, per adulti e per le scuole, tenteranno di dare indicazioni preziosi per l’educazione all’alimentazione e al gusto nel tentativo di contrastare i cosiddetti <disordini alimentari>.

Cuore dell’evento sarà piazza del Popolo, dove un deposito per le farine e quattro forni-laboratori permetteranno al pubblico di conoscere l’intera lavorazione del pane: dall’origine ai prodotti appena sfornati. Nella stessa area, una panetteria venderà ogni genere di pane e un mercatino sarà riservato a tutti i prodotti che del pane condividono gli ingredienti base. Il pubblico potrà così assaggiare e confrontare diversi gusti e diverse lavorazioni. Una mostra fotografica, curata dal circolo Imago di Savigliano, all’entrata della manifestazione racconterà la filiera del pane anche con immagini d’epoca fornite dal Centro della Memoria. Non poteva mancare la Trebbiatura di una volta a cura del Club Amici del Trattore d’Epoca, kermesse prevista per il sabato e la domenica. Un’altra mostra, dal titolo “La via del pane”, illustrerà stagioni, lavori nei campi, attrezzature del passato e le più singolari forme del pane nel mondo (presso l’Ala Polifunzionale in piazza del Popolo, a cura del Museo del Gusto di Frossasco). Nello stesso tempo la città intera diventa un forno a cielo aperto: i panificatori locali aprono le porte alle comunità ospiti, facendo così diventare le panetterie tappe all’interno della festa; i bar e le pasticcerie di Savigliano hanno preparato due eventi a tema: “Breaddyhour”, ovvero aperitivi associati a pane all’Alvà e prodotti da forno, e “Bread&breakfast”, ovvero la possibilità di scegliere una colazione a base di pane, burro e marmellata di produzione locale.
Come nelle passate edizioni, ospiti sono attesi da tutte le province e valli del Piemonte, da molte regioni d’Italia ma anche da paesi stranieri. Per questo la Cerimonia dello Scambio dei Pani, con la sfilata di tutte le delegazioni, rimane uno dei punti centrali della festa, nell’ottica dello scambio tra culture che arricchisce e aiuta a valorizzare la propria identità. La cerimonia, che si svolgerà sabato 26 alle ore 21 in piazza Santa Rosa, sarà accompagnata dall’atmosfera creata dalla danza della scuola “Punta Rosa”, con interventi musicali, incentrati sul tema del pane, condotti da Ida Apostolo alla voce e Gabriele Aime alla chitarra. Sempre in piazza Santa Rosa, uno spettacolo di folclore calabrese porterà sul palco, venerdì 25 alle ore 21, il gruppo dei Miromagnum di Mormanno (Cosenza) con le sue allegre tarantelle calabresi. I più svariati interventi di musica popolare si avvicenderanno durante tutti e tre i giorni sul grande palcoscenico urbano di Savigliano, intrattenendo il pubblico e creando momenti di spontanea allegria anche per le vie e le piazze della città. Una delle novità di quest’anno, la collaborazione tra la Rete Italiana di cultura popolare e Dialogart, Centro della Memoria, proporrà, presso la Torre Civica e il presidio Le Terre dei Savoia, la Casa delle Comunità del pane. Un punto dove incontri, dibattiti e dialoghi, condotti in maniera informale, saranno aperti al pubblico con la possibilità di intervenire, apprendere e raccontare anche le proprie memorie e testimonianze. Una trascinante azione teatrale di piazza si svolgerà venerdì, a partire dalle ore 21 in piazza del Popolo, per le strade del centro storico di Savigliano: Operai. Men at work.
Nella bellissima e medioevale piazza Santa Rosa, centro della città, sarà ospitato il distretto turistico di oltre 40 Comuni, Le Terre dei Savoia, che comprende anche la città di Savigliano: sarà raccontato attraverso le sue eccellenze artistiche, agricole e artigianali. Un forno dedicato mostrerà la ricca gamma di raffinatezze locali e un mercato a vendita diretta, allestito grazie alle innovazioni tecnologiche dell’azienda Monetti di Racconigi, permetterà l’acquisto direttamente dagli artigiani e produttori locali, ospitando anche incontri, dibattiti e degustazioni. In collaborazione con Coldiretti e Confartigianato Cuneo.

Come e dove mangiare. Due angoli di piazza del Popolo saranno dedicati al pane e ai suoi possibili accompagnamenti. Presso “Pane e companatico” ci si potrà deliziare con un ricco ventaglio di prelibatezze che col pane vanno a braccetto; la “Biova Bar”, per gli appassionati di street food, permetterà di farcire a piacimento uno dei tipici pani di Savigliano, la biova lunga. Per chi desidera, invece, un luogo più formale dove rilassarsi, sarà allestito il “Ristorante del Mulino”, dove verrà proposto un menù che abbina i piatti della tradizione alla carta del pane. Presso l’Ala Polifunzionale, piazza del Popolo. A cura del Ristorante d’Andrea di Barge e del suo chef Marco Roberto, insignito del riconoscimento “Eccellenza al Palato” della Confartigianato di Cuneo.

Il cinema nel piatto. Mercoledì 16 e venerdì 18 settembre, a partire dalle ore 19,30 presso Palazzo Taffini d’Acceglio, due appuntamenti di Cinema “da gustare” saranno proposti in attesa della Festa del Pane: la prima serata è basata sulla proiezione di spezzoni di film che hanno come soggetto il rapporto col cibo; la seconda, invece, prevede un’intera pellicola. I due appuntamenti comprendono degustazioni in tema con le pellicole proiettate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *