breaking news

Studiare nelle Università più prestigiose d’America

luglio 23rd, 2012 | by Red
Studiare nelle Università più prestigiose d’America
Stati Uniti d'America
0
Spread the love

Sono sempre più numerosi i giovani italiani che, spinti dalla forte ambizione e dalla triste e scoraggiante offerta lavorativa presente nel nostro Paese, scelgono di lasciare l’Italia per andare a studiare all’estero.

Gli Stati Uniti mantengono da sempre i vertici della classifica di preferenze. La scelta, la maggior parte delle volte, sta a monte: perché se è vero che molti ragazzi intraprendono questo tipo di avventura al termine della propria formazione, è anche vero che la maggior parte di loro sceglie di frequentare direttamente all’estero il corso di studio dei propri desideri.

Questi giovani ambiziosi devono però fare i conti con un sistema universitario – quello americano – totalmente diverso da quello italiano: negli Stati Uniti l’iscrizione al college è infatti un’operazione complessa che richiede una lunga trafila fra raccolta di documenti, certificati, lettere di presentazione e spedizione degli stessi, che deve avvenire entro il 15 aprile dell’anno precedente quello dell’iscrizione.

Yale, Harvard, Stanford, Berkeley, Princeton, Columbia, Georgetown University, University of Chicago, University of Notre Dame, Johns Hopkins, New York University e Massachusetts Institute of Technology sono infatti le università americane tra le più ambite e le più richieste al mondo, per questo motivo l’ammissione al loro interno è molto competitiva.

Inutile dire che la conoscenza della lingua è considerata una condizione essenziale per frequentare l’università negli Stati Uniti: il livello di inglese viene accertato tramite il Toefl (Test of English as a Foreign Language), il Sat (Scholastic Aptitude Test) oppure attraverso lo Standard Achievement Test, cui è bene iscriversi con un anno di anticipo. Per ottenere il punteggio necessario per frequentare le scuole migliori è quindi necessaria una più che discreta preparazione, che si ottiene seguendo intensivi corsi di inglese.

Ma è anche opportuno, prima di inviare le proprie candidature, calcolare un preventivo delle tasse universitarie e dei costi, anche se gli studenti stranieri possono comunque contribuire al loro sostentamento accettando un lavoro all’interno dell’istituto dove sono stati ammessi.

I college e le università americane sono circa 9.000, ma per orientarsi bene nella scelta del proprio percorso di studi è possibile consultare pubblicazioni e siti internet delle varie istituzioni. In America, la strada dell’istruzione universitaria si imbocca dal college al termine della high school (che equivale alla nostra scuola superiore).

Il titolo di studio più diffuso concesso dal college è il “Bachelor” (“Bachelor of arts” per le materie umanistiche, “Bachelor of science” per quelle scientifiche, oppure “Bachelor’s degree” per l’amministrazione, l’architettura, la giurisprudenza, la pedagogia e così via), che si ottiene seguendo corsi che possono essere raggruppati in tre categorie principali: “general education” (corsi di cultura generale e di abilità di base); “field of concentration” o “major” (corsi della disciplina in cui lo studente ha deciso di specializzarsi e i corsi a questa propedeutici); “electives” (corsi a scelta libera).

Il corso di bachelor è poi diviso in due bienni detti “lower division” e “upper division”, ma è con il “Master’s degree“, che si ottiene la vera e propria specializzazione, necessaria per accedere a molte professioni e a posti d’insegnamento.

Le scelte perseguibili sono in tutto un centinaio e possono essere approfondite anche con il dottorato, il Philosophy Doctor “Ph. D.”. Insomma, le possibilità per formarsi al meglio oltre oceano sono infinite: basta soltanto muoversi con intelligenza ed essere pronti ad affrontare qualsiasi sfida!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *