breaking news

Cortina d’Ampezzo, divertimento per grandi e piccini

febbraio 10th, 2010 | by Red
Cortina d’Ampezzo, divertimento per grandi e piccini
In montagna
0
Spread the love

Cortina d’Ampezzo, ambita cittadina sciistica, meta di turisti provenienti da ogni parte d’Europa, vip e non, è circondata da boschi e prati che si estendono fino alle stupende montagne dolomitiche. I boschi e i pascoli si sono mantenuti perfetti fino ad oggi grazie alle Regole d’Ampezzo. Il paese ha una fantastica storia millenaria e grazie alla bellezza del paesaggio, all’eleganza dei negozi e all’ospitalità degli alberghi attrae numerosi turisti da tutto il mondo, sia d’inverno che d’estate, specialmente gli artisti che molte volte decidono di fermarsi a vivere lì. Cortina è il luogo ideale per chi ama le escursioni, perché è piena di sentieri, ed è possibile raggiungere luoghi da dove si può ammirare un meraviglioso paesaggio, grazie alla “Freccia del cielo”, una funivia che arriva ad una quota di 3243 metri.

A Cortina ci sono più di 100 piste da sci e 51 impianti di risalita. Ci sono anche piste e servizi che soddisfano gli sportivi più esigenti e poi durante l’inverno vengono organizzate delle fantastiche gite di sci alpino dalle Guide Alpine di Cortina. Agli sciatori esperti, Cortina offre le piste nere più belle delle Dolomiti sia per la loro pendenza che per il loro panorama. Si può anche sciare lungo i ripidi canali fuori dalle piste, ma in questo caso ci si deve rivolgere al gruppo Guide Alpine di Cortina, per informazioni sui percorsi e sulle condizioni climatiche. Per i più piccoli invece, ci sono parchi con percorsi di diverse difficoltà, piste da sci con una pendenza minima, piste da slittino, piscine e giochi gonfiabili. A Cortina si trovano anche diversi musei: quello Paleontologico, quello Etnografico e quello di Arte Moderna.

Il primo museo ospita la più importante collezione privata di fossili e vi è descritta anche la storia delle Dolomiti, attraverso le testimonianze dei vari fossili. Nel museo Etnografico, invece, si trovano tutti gli oggetti del passato della Valle d’Ampezzo e infine, nel museo di Arte Moderna, c’è la collezione dell’arte figurativa del Novecento italiano. Sono trascorsi più di novant’anni da quando scoppiò la prima Guerra Mondiale e da quando, sulle montagne di Cortina combattevano tra loro i soldati italiani e austriaci. Ogni anno su quei monti gli appassionati di storia vivente della Grande Guerra, provenienti da tutta l’Europa, popolano per un giorno le baracche, si barricano nelle trincee e in questo modo rivivono tutte le emozioni che vissero i soldati di quel tempo. In questo modo, in realtà si riesce a conoscere da vicino la vita e la storia dell’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *