breaking news

Ischia fascino naturale

ottobre 10th, 2010 | by Red
Ischia fascino naturale
Natura e ambiente
0
Spread the love

Ischia è la più grande delle isole dell’arcipelago partenopeo, con una superficie di 47 Kmq. Comodamente adagiata al centro del Golfo di Napoli, gode di un clima particolarmente mite per la maggior parte dell’anno (la temperatura media annua si aggira sui 17°C). Meta ambita fin dall’ottavo secolo a.C. quando i greci, attratti dalla dolcezza delle coste e dall’armoniosità della natura, vi fondarono la prima e più settentrionale delle colonie greche d’occidente, conserva ancora oggi i segni delle civiltà che vi si sono alternate nel corso dei secoli. La storia d’Ischia è anche la storia dei molti nomi che le sono stati attribuiti nel corso dei secoli dalle varie civiltà con cui è venuta a contatto. Così per Omero e Virgilio, rispettivamente nell’Odissea e nell’Eneide, fu Arime ed Inanime, poi fu Pithecusa, cioè l’isola della creta e dei vasi. Durante il dominio romano, il suo nome fu Aenaria, per divenire poi Insula Major sotto i Bizantini, da cui ne deriverà la forma dialettale Iscla, che diede origine all’attuale nome. Dal punto di vista geologico, va rilevata la sua natura vulcanica, da cui derivano le speciali proprietà delle sue acque, nonché la bellezza dei suoi luoghi. Dal punto di vista amministrativo l’Isola è divisa in sei comuni: Ischia il comune principale dell’isola; Casamicciola Terme, il punto di partenza del termalismo ischitano; Lacco Ameno, il comune più piccolo dell’isola; Forio, il secondo centro commerciale in ordine d’importanza, dopo Ischia; Serrara Fontana, il comune più alto dell’isola. Ed infine Barano d’Ischia. La popolazione residente è di circa 60.000 abitanti.

UN SET NATURALE
Sono ben 25 i film che hanno utilizzato Ischia come set. Ad Ischia Ponte, ad esempio, potrete riconoscere i paesaggi che hanno fatto da sfondo a Il talento di Mr Ripley, quando Matt Damon accompagna Gwineth Paltrow nell’immaginaria località italiana di Mongibello.

IL MITO DI TIFEO
Secondo la mitologia classica, sotto l’isola di Ischia è imprigionato il titano Tifeo, personificazione dell’antica attività sismica e vulcanica dell’isola.

Nato in un atto di ribellione della dea Giunone, Tifeo scatenò la guerra dei Titani contro Giove, durante la quale venne prima buttato in mare e poi colpito con l’isola di Ischia, sotto la quale rimase imprigionato. Un lancio maldestro di Mercurio creò invece lo scoglio del Fungo.

Qui si recò Venere con le sue ancelle e incontrò Tifeo ferito, che le chiese di lasciare nell’isola una traccia che ricordasse ai posteri la sua presenza. Tifeo alzò quindi il braccio e Venere vi fece appoggiare sopra lo scoglio lanciato da Mercurio; poi le ninfe si trasformarono in onde del mare e lo lambirono, fino a forgiarne la particolarissima forma.

IL RAGGIO VERDE
La Chiesa del Soccorso di Forio è celebre per il fenomeno del ‘raggio verde’: il sole, al tramonto, in particolari condizioni climatiche mostra in alto una striscia di un verde azzurro intenso. A lungo attribuito a suggestione, dopo essere stato fotografato il fenomeno è stato spiegato con meccanismi di dispersione, assorbimento e diffusione della luce.
Se siete tentati di provare a vederlo, vi avvertiamo che l’osservazione non è affatto frequente: l’avvistamento del raggio verde è riservato solo ai più fortunati o meglio, secondo la tradizione, alle anime felici.

COME MUOVERSI AD ISCHIA
Bus: è attivo un servizio bus di linea con cui è possibile spostarsi comodamente su tutta l’Isola; dallo stazionamento di piazzale Trieste e Trento, è, infatti, possibile prendere il bus per raggiungere in breve tempo qualsiasi località. I biglietti sono in vendita presso tabaccherie e edicole, oltre che in alcuni bar.

Per raggiungere Ischia il punto di riferimento sono i voli verso l’aeroporto di Napoli. Dall’ aeroporto di Capodichino occorre prendere la direzione di Napoli Molo Beverello o Calata Porta di Massa. Il  Molo Beverello è l’imbarco per gli aliscafi.  Altrimenti dallo stesso molo si può raggiungere gratuitamente Calata Porta Di Massa per l’imbarco su Navi Traghetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *