breaking news

All’Albertina di Vienna in mostra gli acquerelli dell’800 e le ultime opere di Andy Warhol

febbraio 12th, 2010 | by Red
All’Albertina di Vienna in mostra gli acquerelli dell’800 e le ultime opere di Andy Warhol
Arte & Cultura
0
Spread the love

L’Albertina di Vienna ospiterà, fino al 16 Maggio 2010, una mostra dedicata agli acquerelli dell’800 ed alle ultime opere di Andy Warhol, dando vita ad un armonico ed originale connubio tra l’arte austriaca del XIX secolo e l’arte contemporanea.

In esposizione, 226 delle 300 opere che l’arciduca Ferdinando, che in futuro sarebbe divenuto l’Imperatore Ferdinando I, commissionò, nel 1833, ai più apprezzati acquerellisti dell’epoca, affinché illustrassero i paesaggi più belli del Regno Austro-Ungarico e dei suoi dintorni, realizzando opere destinate ad essere raccolte in un libro.
Le pitture più preziose sono state attribuite ad illustri artisti, quali Jakob e Rudolf von Alt.

La rassegna comprende inoltre un complesso di 40 grandi tele che Andy Warhol, fondamentale esponente della pop art, realizzò poco prima della sua morte, su incarico della Daimler, dando vita ad una collezione di opere che rappresenta l’apice della sua esperienza artistica.
La mostra dedica poi una speciale sezione, “Andy Warhol Cars”, alla storia dell’automobile, con una raccolta di immagini che vanno dai primi modelli risalenti agli inizi del Novecento, alle moderne auto da corsa.

A completare ed arricchire il ciclo dei capolavori di questo grande artista, le opere di Robert Longo ed un’installazione video lunga cinque metri di Sylvie Fleury, che mostra un balletto erotico sul processo di produzione di un’auto.

Un evento davvero da non perdere per gli appassionati di automobili, ma anche e soprattutto per gli amanti dell’arte in generale, che avranno modo di ripercorrere, nello splendido scenario della città di Vienna, due differenti e caratteristici momenti artistici, di cui le opere esposte presso l’Albertina, rappresentano forse la testimonianza più compiuta.

Foto – www.veraclasse.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *