breaking news

Viaggio tra magia, emozioni e vita notturna a Venezia

febbraio 13th, 2009 | by Asia
Viaggio tra magia, emozioni e vita notturna a Venezia
Vacanze giovani
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

La città più famosa del mondo ha sempre un’atmosfera magica, specialmente a Carnevale. Che sia la prima volta che la vedete o la centesima, Venezia vi regala sempre una grande emozione. È sempre nelle giornate più fredde che la città diventa ancor più bella. Con il cielo coperto di nuvole simili a pennellate bianche e le  nebbioline che salgono dalla laguna, campi e campielli vi accolgono con il loro fascino un po’ misterioso. E poi, i caratteristici vaporetti.

Monumentale e ricca di gioielli artistici, piazza San Marco è il salotto della città. Anche se ci siete già stati, non potete non tornare ad ammirare la basilica di San Marco, con i suoi mosaici, il Palazzo Ducale e il campanile. Se salite fino in cima, avrete una visione emozionante della laguna. Una volta ridiscesa, date un’occhiata al famosissimo Caffè Florian, tutto stucchi e specchi. Nei locali tipici potrete assaggiare al banco un gran numero di cicheti, stuzzichini caldi, come polpettine, fritti di pesce e verdure ripiene. Potrete trovare anche in Piazza San Marco negozi che vendono sciarpe di seta plissettate e velluti tessuti e stampati a mano.

L’altra Venezia, poco nota ma non per questo meno affascinante, si trova al di là del canale di Cannareggio, dove si aprono le calli del Ghetto, abitato ancora oggi dai discendenti della comunità ebraica che si insediò qui nel 1516. Le cinque Sinagoghe Maggiori (Schole) del quartiere sono adorne di ricchi paramentri sacri e lampadari in vetro di Murano. Potete trovare locali tipici e potete assaggiare le polpettine di ceci e la torta di cioccolato. Usciti dal Ghetto, attraversate il ponte sul Rio della Misericordia, fiancheggiato dalle Fondamenta degli Ormesini e arriva al Rio della Sensa, dove si specchia la gotica della Madonna dell’Orto. Di fronte potete ammirare l’armonioso Palazzo Mastelli. Tra i decori della facciata, spicca il bassorilievo di un cammello, che testimonia gli intensi scambi commerciali tra la Serenissima e il Medio Oriente. In calle del Fumo, dove si concentrano le botteghe artigiane, non perdete quelle che realizzano a mano su carte preziose ex libris, xilografie e stampe. Proseguendo tra i vicoli, vi ritrovate nel Campo dei Santi Giovanni e Paolo, con il monumento del Verrocchio dedicato al Colleoni e la rinascimentale Scuola di San Marco. A due passi dall’Arsenale, si vendono collane di perle di vetro e bigiotteria anni ’50. Campo Santa Margherita, una coloratissima piazzetta al di là del Canal Grande, circondata da case del ‘400 e del ‘500, è il cuore della vita notturna. I veneziani e gli studenti della vicina università Cà Foscari si danno appuntamento alla gelateria il Doge, qui potrete trovare molti locali trendy, che soddisferanno le esigenze di tutti. È una piacevole sorpresa scoprire che anche una città dal fascino antico come Venezia è piena di posti alla moda dove tirar tardi.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *