breaking news

Padova, la città del Santo

novembre 24th, 2013 | by Red
Padova, la città del Santo
Veneto
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

La città vanta una tradizione storica ed artistica di tutto rispetto, partendo dalla Piazza Eremitani, dove si può ammirare, la Cappella degli Scrovegni, ineguagliato capolavoro di Giotto, i Musei Civici Eremitani , la Chiesa degli Eremitani e il Palazzo Zuckermann, che racchiude un museo d’arte. Per accedere alla Cappella degli Scrovegni, è necessario prenotare almeno con 48 ore d’anticipo, possono entrare solo 25 persone per turni di 15 minuti.

Imperdibile una visita per un caffè macchiato alla menta, nello storico Caffè Pedrocchi, uno dei simboli della città. La rete di Bed and Brekfast della città di Padova è molto vasta, l’offerta per il pernottamento si articola in tutto il centro storico e nelle zone collinari limitrofe. A Padova si trova una delle Università più antiche d’Italia, Università del Bò, situata in un palazzo cinquecentesco con il teatro Anatomico e la cattedra di Galileo Galilei. Alcune delle piazze del centro, quotidianamente, sono invase dalle bancarelle che danno vita ad un pittoresco mercato. Vicino si ammira il Duomo, con il suo prezioso battistero, affrescato da Giusto de’ Menabuoi, all’interno del Palazzo Vescovile si trova un importante museo di arte varia, nella Capella di Santa Maria degli Angeli si ammirano notevoli affreschi del ‘400 e il Salone dei Vescovi, immenso e completamente affrescato con i ritratti dei primi 100 Vescovi della città. In Piazza Antenore, si trova la tomba di Antenore, la cui leggenda lo indica come fondatore di Padova.

La via del Santo e la Piazza del Santo, sono dedicati a sant’Antonio da Padova, vicino si ammira il più antico Orto Botanico universitario d’ Europa, infatti risale al 1545. Padova, come molte altre città del Veneto, oltre ai suoi corsi d’acqua naturali ha una serie di canali navigabili che la collegano con le altre e alla laguna di Venezia, fino al mare. Il percorso tra Padova e Venezia è molto suggestivo, si sfiorano le mura del cinquecento, con la Mole del Bastione Castelnuovo, e si arriva alla Golena di San Massimo. Nei tempi antichi i nobili e i patrizi, risalivano il Naviglio interno, per arrivare alle loro belle ville estive, lungo il fiume Brenta.

Oggi si può percorrere questo itinerario, parte a piedi e parte in battello. Sono numerose le visite turistiche proposte per questo territorio, che comprendono il pernottamento in Bed and Breakfast Padova, economici e molto accoglienti, e varie escursioni in città e nei dintorni.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *