breaking news

La Garfagnana

aprile 6th, 2012 | by Red
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Se amate andare alla scoperta di aree interessanti ma meno conosciute del nostro “bel paese”, lasciandovi alle spalle la confusione delle maggiori destinazioni turistiche, se amate la natura, se vi piace vivere il vostro viaggio senza fretta, se siete interessati alle degustazioni slow food di prodotti locali, allora, con molta probabilità, apprezzerete la Garfagnana, definita da molti visitatori come l’isola o il cuore verde della Toscana.

La Garfagnana si colloca geograficamente in provincia di Lucca ed è adagiata nella valle compresa tra l’Appennino Tosco-Emiliano e le Alpi Apuane; è una zona caratterizzata dall’elevato valore naturalistico, testimoniato anche dalla presenza di riserve protette come il Parco dell’Orecchiella nel quale vivono varie specie faunistiche. Tra queste, in particolare, richiama ogni anno l’interesse di migliaia di turisti una piccola comunità di simpatici orsi bruni (alloggiati in un apposito recinto). Assolutamente da non perdere nella stagione calda è anche il meraviglioso giardino di montagna pieno di fiori di varie specie, allestito e curato con amore, ogni anno, dagli agenti del corpo forestale. Molto interessante è anche il museo naturalistico allestito all’interno del centro visitatori del parco in cui, con pannelli esplicativi, viene illustrato ai turisti l’eco-sistema della riserva. Gli amanti delle escursioni in montagna troveranno in Garfagnana e sulle Alpi Apuane un luogo ideale per svolgere la loro attività sportiva. Anche il sottosuolo di questa regione è in grado di offrire al turista interessanti spunti di esplorazione come la Grotta del Vento con i suoi 3 itinerari (con piano calpestabile in cemento e protezioni e ringhiere) caratterizzati da tunnels e sale ricche di stalattiti, stalagmiti, colonne, drappeggi e altre curiose concrezioni calcaree.

Infine, i tanti borghi in pietra e le antiche fortezze di cui è disseminato il territorio della Garfagnana faranno immedesimare il visitatore in un mondo di altri tempi in cui la vita era più semplice, in cui si mangiavano i frutti genuini dell’orto e in cui si guardava al futuro con maggiore speranza. Non a caso, il “refrain” utilizzato da una associazione di promozione turistica locale recita: “Garfagnana, dove il tempo non corre”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *