breaking news

Il Chianti: una valle tutta da assaporare

aprile 18th, 2012 | by Red
Il Chianti: una valle tutta da assaporare
Toscana
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Tra le meravigliose città di Firenze e Siena si estende una delle zone più belle d’Italia, il Chianti, famoso  per la produzione dell’omonimo vino invidiato da tutto il mondo.
Oltre al palato, il territorio soddisfa anche la vista con i suoi suggestivi paesaggi formati da verdi colline, castelli, distese di vigneti, uliveti e borghi fortificati che riportano indietro nel tempo dando una sensazione di pace e tranquillità. Scegli il tuo relais nel Chianti e lasciati travolgere dalle tradizioni del luogo!

Se siete in questa zona o avete intenzione di venirci l’itinerario consigliato è quello che inizia da Greve in Chianti, considerata la porta d’ingresso del Chianti perchè situato a metà strada tra il centro di Firenze e il centro di Siena. Punto focale della cittadina è la sua piazza a forma triangolare, dove si trova anche la chiesa di Santa Croce di origine medievale che ospita famose opere sacre come il trittico di Madonna e Santi di Bicci di Lorenzo. Ovviamente nella piazza troverete caratteristiche enoteche dove poter assaggiare un bicchiere di Chianti accompagnato da piatti tradizionali; inoltre, per i veri appassionati,  a Greve c’è anche il Museo del Vino dove viene raccontata la storia della produzione vinicola del luogo e fare una vera e propria degustazione non solo di vino, ma anche dello squisito olio della zona.

Tappa successiva è in Panzano in Chianti, dove oltre al caratteristico e vecchio castello l’attenzione viene richiamata dalla Macelleria Cecchini e sopratutto dal suo proprietario, Dario, specialista del settore: conosce la carne in tutte le sue forme e fa dei tagli incredibili, ma è famoso sopratutto per decantare la Divina Commedia mentre taglia la bistecca alla fiorentina. Un vero spettacolo! Se capitate la prima domenica di ogni mese potrete fare un giro nel mercatino tra i vari artigiani e produttori locali.

Proseguendo più a sud si raggiunge Radda in Chianti con il suo aspetto medievale rimasto immutato; il centro è dominato dal Palazzo del Podestà e dalla Chiesa di San Niccolò di origine romanica. Anche qua un bicchiere di vino è d’obbligo, consideratone la bontà, magari passeggiando per i vicoli del borgo e ammirando i particolari scorci  sulla vallata, che questi offrono. Per chi ama l’arte c’è il Museo d’arte sacra del Chianti, che ospita opere di Berbardo Daddi, Francesco Curradi risalenti al XV secolo circa.

Ultima tappa è in Gaiole in Chianti; oltre al Chianti classico è caratteristica per i suoi dintorni ricchi di castelli, pievi antiche  e  i colorati paesaggi che offre. La Pieve di Spaltenna conserva un crocifisso del ‘400, la Badia a Coltibuono in passato monastero, oggi trasformato in azienda agricola ed infine il Castello di Brolio con i magnifici giardini e compresa nel biglietto non poteva mancare una degustazione di vini! All’interno del castello potete visitare la collezione di armi appartenute alla famiglia Ricasoli, attualmente proprietaria dell’intera struttura, e la collezione di fossili e minerali.

Visti i numerosi assaggi di vini in questo breve ma intenso itinerario, concludete la giornata con un pò di relax nella vostra residenza d’epoca toscana!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *