breaking news

Carnevale tra i palazzi “liberty” e “decò” di Viareggio

febbraio 19th, 2009 | by Red
Carnevale tra i palazzi “liberty” e “decò” di Viareggio
Arte & Cultura
1
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Viareggio, una città elegante con i suoi palazzi “liberty” e “decò“, con il suo mare dalla sabbia finissima, e i succulenti piatti locali, specialmente quelli a base di pesce.
Celebre il Carnevale il cui primo “corso” risale al 1873. Quando si arriva a Viareggio, la località balneare più importante della Versilia, si rimane affascinati dall’eleganza dei suoi numerosi edifici in stile liberty, eclettico e decò, che si affacciano lungo la passeggiata e i viali a mare, molti dei quali progettati e decorati da artisti famosi come Galileo Chini, Alfredo Belluomini e Ugo Giusti.

La storia di questa bella città, dove si celebra uno dei Carnevali più celebri al mondo, comincia nel 1169 con la costruzione di una torre di legno a guardia del litorale, conosciuta come Turris de Via Regia, dal nome della strada che la collegava a Lucca, tracciata nel Medioevo lungo il canale Burlamacca: fra l’altro “Burlamacco” è anche l’appellativo della maschera più importante del carnevale viareggino. Ma la città vera e propria nasce nella prima metà del XVI secolo quando era l’unica finestra sul mare per la Repubblica di Lucca. Nel ‘300 si costituisce la signoria di Castruccio Castracani e si assiste alla tristemente famosa peste che interesserà tutta l’Italia. Dalla Torre Matilde si può ammirare il paesaggio della Darsena Lucca, primo porto cittadino fatto costruire da Maria Luisa di Borbone nel 1820. Soltanto nel 1847, quando Lucca viene ceduta alla Toscana, Viareggio si trasforma in un rinomato centro balneare con un proprio stemma cittadino: un’ancora con tanto di gomena e uno scudo bianco, rosso e verde, simbolo dell’Unità d’Italia. Situata sul mar Ligure, Viareggio si trova a circa 25 km da Pisa e Lucca e a ridosso di ambienti naturali come le Alpi Apuane, il parco di Migliarino, San Rossore, il lago di Massaciuccoli e il Santuario dei Cetacei. Ai piedi del lago di Massaciuccoli si trova Torre del Lago, splendido borgo dove si può ammirare la storica residenza di Giacomo Puccini, con il suo museo e il Teatro all’aperto in cui ogni estate dal 1930 ha luogo il famoso Festival Puccini.

Per soggiornare a Viareggio c’è un’ampia scelta tra hotel, bed and breakfast, e residence. Gli Hotel partono dalle quattro stelle dell’Esplanade a €. 50 a notte in una camera doppia con colazione, €. 75 mezza pensione, €. 93 pensione completa, alle tre stelle come l’Hotel Ristorante Le Rotonde, Liberty, Astoria, Tahiti e moltissimi altri a €. 40 a notte con prima colazione. Per una vacanza low cost si possono scegliere gli hotel a due stelle o pensioni a €. 25 a notte.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. ortis says:

    Viareggio è da vedere perlomeno una volta nella vita, a carnevale poi deve essere ancora più bella!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *