breaking news

Il “paradiso” secondo Agoda: Koh Samui

ottobre 26th, 2010 | by Red
Il “paradiso” secondo Agoda: Koh Samui
Thailandia
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Quando nell’emisfero settentrionale si avvicina il freddo dell’inverno, in Thailandia inizia la stagione secca. I monsoni e le piogge rimangono un semplice ricordo ed il cielo si tinge di azzurro vivo che si fonde con il colore del mare.
Una delle destinazioni più famose della “Terra dei Sorrisi” è di sicuro l’isola di Samui (Koh Samui, la terza isola del paese per estensione) che si trova nel Golfo di Thailandia, amata per le sue stupende spiagge, per l’atmosfera rilassata e le infrastrutture turistiche ben sviluppate. Chaweng è la spiaggia più famosa e l’area che di notte si trasforma in un’unica area di ristoro con ristoranti e bar allestiti direttamente sulla spiaggia. Bo Phut, sulla parte nord dell’isola, è in grado di offrire un po’ più di pace rispetto alle spiagge spesso affollate delle restanti aree.

Agoda.it propone hotel a Samui per tutti i gusti e tutte le esigenze e che si tratti di un boutique hotel o di un semplice resort sulla spiaggia, di sicuro questi alberghi non deluderanno le aspettative di nessun villeggiante.

Grazie alla brezza costante proveniente dal mare anche il caldo delle giornate più afose è facilmente tollerabile. Da dicembre a fine giugno le brutte sorprese meteorologiche sono rare. Koh Samui, oltre alle spiagge su cui rilassarsi, offre anche ottime aree per le immersioni: e’ il punto di partenza ideale per effettuare escursioni giornaliere a Ko Tao & Ko Nang Yuan (ottima location per snorkeling e immersioni) ed il Parco Marino di Ang Thong (dove effettuare snorkeling e kayaking).

L’entroterra dell’isola, ricoperto da una fitta foresta pluviale, è ottima per le escursioni ed il trekking. La cucina dell’isola è ricca e saporita: pesce fresco e frutti di mare sono gli ingredienti base per quasi tutte le pietanze. Non resta che prenotare e lasciarsi alle spalle il freddo dell’inverno!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *