breaking news

Estella-Lizarra

agosto 22nd, 2011 | by Red
Estella-Lizarra
Spagna
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

La bella città di Estella, definita la “Toledo del Nord”, deve il suo fascino ad un passato ricco di storia, le cui radici, affondano nel barrio basco di Lizarra, con insediamenti preistorici, celtibertici e romani, fino alla presenza musulmana nel IX e X secolo.

La Estella che oggi accoglie il turista, è un centro medievale sorto come mercato verso il 1090, anno in cui il re Rancho Ramirez, le concesse il Fuero, un corpo di leggi, che favorì un notevole sviluppo economico e culturale.

La visita della città, parte dalla riva sinistra del fiume Ega. Dalla puerta de Castilla, inizia calle San Nicolás, a destra della quale, si trova San Pedro de la Rúa, la chiesa principale e più antica, risalente al XII secolo. È preceduta da una grandiosa scalinata e dominata da un campanile a pianta quadrata.

Un bel portale in stile romanico cistercense, introduce all’interno a tre navate, illuminato dalle belle finestre gotiche quattrocentesche. Di gran pregio, il seicentesco retablo della Madonna del Rosario dell’altare maggiore. Di epoca barocca, è la cappella di San Andrés, patrono della città, con il retablo rococò.

In fondo a calle San Nicolás, il Palacio de los Reyes Navarra, costituisce un raro esempio di architettura romanica. È sede del museo dedicato al pittore locale Gustavo de Maetzu. Un lato dell’edificio, si affaccia sulla plaza de San Martín, ornata da una bella fontana rinascimentale. Sulla piazza, si affaccia anche l’Antiquo Ayutamiento, di epoca barocca, oggi sede del palazzo di Giustizia.

In calle de la Rúa, accanto al palazzo San Cristóbal, monumentale architettura plateresca, sorge il palazzo del Governatore del 1613.
A est, il convento di Santo Domingo, è il primo esempio di gotico nella cittadina. Il refettorio e la chiesa, che custodisce pregevoli opere d’erte, sono in perfetto stato di conservazione.

Nelle vicinanze, la gotica San Sepulcro, fu eretta nel XIII secolo, sui resti di una chiesa romanica. Il timpano del portale a nord, presenta rilievi considerati capolavori della scultura gotica.

Attraverso il ponte San Agustín, si raggiunge la riva destra del fiume. Accanto alla chiesa di San Miguel, con il campanile barocco in mattoni e una torre tronca in pietra, sorge la gotica cappella di San Giorgio, che custodisce un grande gruppo scultoreo con san Giorgio e il drago di gusto ispanico-fiammingo.

A ovest, San Juan Bautista, vanta presso l’altare maggiore, un pregevole retablo di Pierre Picart, oltre ad una statua della Virgen de las Antorchas.
Nella basilica del Puy, si trova la statua lignea policroma, con rivestimenti in argento,  della Virgen del Puy, patrona di Estella.
Cerca i voli a basso costo, alle tariffe convenienti delle numerose offerte voli aerei, per vivere la magia di questa splendida città.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *