breaking news

Vacanze a Ragusa

dicembre 10th, 2008 | by Red
Vacanze a Ragusa
Arte & Cultura
2
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

La Sicilia è una delle destinazioni più accattivanti del Mediterraneo. L’abbondanza di tesori naturalistici e artistici disseminati ovunque, dalle coste all’entroterra, insieme ad un clima favorevole per buona parte dell’anno, consentono di trascorrere delle vacanze in Sicilia durante tutto l’anno.

Sono numerosi gli alberghi in Sicilia, di ogni tipologia, e, accanto a questi, varie soluzioni alternative, quali gli agriturismo, i bed and breakfast, le case vacanza e i campeggi. Se da un lato durante l’alta stagione è un problema riuscire a trovare una sistemazione se non ci si muove per tempo, le temperature consentono viaggi in Sicilia anche in bassa stagione, con la possibilità di praticare tantissime attività, dall’andare al mare alle escursioni nei parchi naturali, alla visita di un sito archeologico o di una città.

Zona di grande interesse turistico, situata nell’estremo sud-orientale della Sicilia, la provincia di Ragusa è un concentrato di bellezze architettoniche e paesaggistiche che lasciano a bocca aperta il visitatore. Il paesaggio, dominato dai Monti Iblei, è aspro e montuoso, caratterizzato da falesie calcaree che formano le pareti di gole e valli profonde. Qui si trovano straordinarie espressioni dell’ultima grande fioritura del barocco europeo. Città come Ragusa e Ibla, Modica, Noto, Scicli, con le loro chiese svettanti, rivoli di scale, vicoli ed il loro tardo-barocco sono state inserite nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Accanto allo spettacolo barocco si incontrano siti di grande interesse archeologico e coste ancora incontaminate, in particolare quelle della Riserva di Vendicari. Questa enorme riserva costellata da pantani, uno degli ultimi esempi di ambienti palustri salmastri in Sicilia, ospita una ricchissima fauna aviaria ed è ricoperta da profumata macchia mediterranea. Le dune di sabbia bianca finissima, che ornano alcune spiagge, richiamano le atmosfere del vicino nord Africa. Il paesaggio rurale ibleo è caratterizzato da muretti a secco e vecchie masserie, immerse in praterie di un verde acceso.

La capitale di questo lembo di Sicilia è Ragusa-Ibla. Una città sorprendente, spesso esclusa dagli itinerari turistici, che costituisce esempio di antiche e vive tradizioni rurali (masserie e paesaggio naturale con i muri a secco, le cave e l’albero di carrubo), di archeologia greca (Museo di Kamarina), suggestiva architettura barocca (Chiese dell’Unesco, Palazzi nobiliari e vicoli di Ragusa Ibla) e ottocentesca (Castello di Donnafugata).

Distrutta, come altre città della zona, da un terremoto nel 1693, la fisionomia della città ha subito un forte cambiamento. Da tempo divisa tra le aspirazioni della nuova borghesia emergente e quelle della vecchia nobiltà iblea, il terremoto fu l’occasione per la separazione netta delle due fazioni nelle due città di Ibla e Ragusa. La città è ancora oggi duplice, anche se le due parti, Ibla, la città vecchia inferiore, e Ragusa, la città nuova costruita sull’altopiano sovrastante, sono collegate da ponti.

Visitare oggi le due città, prima Ibla poi Ragusa, significa ripercorrere una storia che ha lasciato traccia nelle chiese, nelle abitazioni, nelle strade e nei loro nomi, nelle botteghe, negli aspetti urbani, nella gente e nei suoi costumi. Ibla ha mantenuto l’impianto urbanistico medievale costituito da vicoli intricati, scale e chiese svettanti. È qui che si concentrano la maggior parte dei monumenti di questa città. Ragusa, dove invece si trovano la maggior parte delle strutture ricettive, è stata costruita secondo schemi urbanistici nuovi, con strade larghe e rettilinee.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

2 Comments

  1. MCiccone says:

    La Sicilia è un posto incantevole. Ho soggiornato 4 anni fa a Chiaromonte , ho visitato le bellissime città che nomini nell’ articolo: Modica, Vittoria, Noto con la sua bellissima piazza, stupenda!, Caltagirone con la scalinata e le sue botteghe.
    Ne ho un bellissimo ricordo..

  2. natasha says:

    E’ vero la Sicilia è stupenda. Anch’io ho visitato tutte le città che nomini, sono tutte particolari per qualcosa. A Modica ho comprato la cioccolata e a Caltagirone le ceramiche. Di Ragusa è bello il paesaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *