breaking news

Un giro a Catania tra arte, storia e cultura

maggio 27th, 2010 | by Red
Un giro a Catania tra arte, storia e cultura
Bed & Breakfast
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Nonostante sia stata distrutta da fenomeni sismici e vulcanici ben 7 volte, la splendida città di Catania si presenta oggi al turista ricca di capolavori storici di enorme pregio.

Per tale motivo consigliamo al turista di visitare questa splendida città avendo almeno 2 giorni a disposizione e prenotando presso uno dei numerosi bed and breakfast a Catania.

Il suo centro storico è oggi infatti stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità: ove ora è presente la famosa Piazza Dante un tempo sorgeva un colle; da qui ha avuto inizio la storia di questa meravigliosa città. Da non perdere assolutamente è la Via dei Crociferi; percorrendo questa via sarà possibile ammirare le antiche Terme, l’Anfiteatro o ancora il Teatro Romano.

Anche gli amanti delle opere d’arte religiose non hanno che da scegliere tra decine di chiese, come il Duomo (che è dedicato alla protettrice della città, Sant’Agata) o la Chiesa di San Francesco (in cui sono conservate le spoglie di Eleonora d’Angiò). Di importante rilievo poi la Basilica della Collegiata ed il Monastero della Santissima Trinità.

Catania è anche la città di Verga e sono tantissimi i visitatori che ogni anno si recano in città per poter vedere la sua casa natale (essa è situata in Via Sant’Anna): sarà quindi possibile vedere la scrivania sulla quale Verga passava giornate intere o ancora ammirare l’antica biblioteca nella qualche sono archiviati migliaia di volumi.

Anche gli amanti della natura potranno passare splendide ore all’aria aperta presso il Boschetto della Plaia: sarà qui possibile effettuare indimenticabili passeggiate.

Tantissime sono poi le leggende che avvolgono tra miti, realtà e leggende la città: come non citare quella di “Colapesce”, ovvero quella di un giovane in grado di rimanere sott’acqua per ore intere, che rese numerosi servigi a Federico II e che è tutt’ora in fondo al mare impegnato a reggere una delle tre colonne su cui poggia la Sicilia e che stava per crollare.

Insomma non avete scuse, Catania e la Sicilia intera vi aspettano !

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *