breaking news

Sciare sull’Etna, il vulcano più attivo d’Europa

febbraio 10th, 2009 | by Red
Sciare sull’Etna, il vulcano più attivo d’Europa
In montagna
1
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Con i suoi 3.343 m. di altezza, l’Etna è il vulcano attivo più alto d’Europa, una grande attrazione turistica per escursionisti di tutto il mondo che, seguendo i sentieri consentiti, raggiungono con guide esperte le aree per osservare i crateri del vulcano. Ma anche in inverno l’Etna, le cui pendici si ricoprono di uno spesso manto nevoso, è preso d’assalto dai turisti e soprattutto dagli appassionati di sport invernali. In Sicilia, vicino a Catania (circa 25 km), Nicolosi, sulle falde meridionali dell’Etna, è la meta preferita dai patiti degli sport invernali.

Da Nicolosi nord si raggiunge il moderno impianto di telecabine della Funivia Etna Spa (piazza Vittorio Emanuele 45, Nicolosi, Catania), aperto tutto l’anno, che consente in pochi minuti di arrivare a quota 2.500 m. Da qui, da aprile a novembre, è possibile, con speciali automezzi condotti da autisti esperti, raggiungere le quote consentite e percorre con guide esperte i sentieri che conducono ai punti di osservazione del vulcano. Durante la stagione invernale, invece, si possono trascorrere giornate di vacanza in pieno relax sulle piste da sci del comprensorio. Per chi intendesse prendere lezioni di sci, presso l’ ampio piazzale del parcheggio auto, c’è la baita della Scuola Sci Nicolosi Etna (lezioni collettive,  per 6-8 allievi, di 2 ore. € 20 a persona;  noleggio: sci + scarponi + racchette + caschetto €. 20 al giorno, € 15 per chi prenota anche la lezione di sci).

Ogni anno più di 300 mila visitatori usufruiscono del moderno impianto di telecabine (portata 1.200 persone all’ora)  che in soli 15 minuti raggiunge quota 2.500 m, in località Montagnola, da dove è possibile accedere agli impianti sciistici d’inverno e alle escursioni per i crateri dell’Etna durante tutto l’anno. La stazione sciistica ha subito pesantissimi danni a causa delle eruzioni dell’Etna del 2001 che hanno danneggiato in modo grave gli impianti di risalita, risparmiando fortunatamente lo storico rifugio Sapienza. Negli anni 2002-2003 l’attività degli impianti sciistici si è dovuta fermare e il servizio è stato ripristinato soltanto nel 2004. In questo versante dell’Etna, esposto a sud, la vegetazione è quasi assente. Nonostante questa sia una condizione certo non ideale per l’ottimale mantenimento dell’innevamento, la copertura nevosa sui circa 20 km di piste è garantita durante la stagione grazie all’altitudine (1.900-2.700 m) e alle temperature che rimangono basse.

II comprensorio sciistico di Nicolosi offre in totale 4 lunghe piste, sempre ben innevate, servite da impianti di risalita moderni (skipass giornaliero € 23; mattiniero e pomeridiano € 14,50). Il primo impianto è una telecabina a sei posti che arriva a 2.500 m di altitudine e consente agli sciatori di accedere alla pista Piccolo Rifugio, una rossa di 2,7 km;  il secondo impianto è una seggiovia a due posti che parte da quota 1.928 m e arriva a 2.142 m servendo un pista rossa lunga 865 m; il terzo impianto del comprensorio è lo skilift Ornino che parte da quota 2.125 m e arriva a 2.294 m e consente di sciare sua una pista rossa: il quarto impianto, La Montagnola, parte da quota 2.500 e arriva sino a 2.604 m. Sull’Etna si scia anche a Linguaglossa, sul versante nord-est del vulcano, ski­area che vanta 3 piste di medio livello (Monte Conca e Anfiteatro) servite da due impianti di risalita. La località offre anche la possibilità di praticare lo sci alpinismo seguendo uno degli innumerevoli itinerari dell’area e lo sci nordico negli anelli di Piano Provenzana o lungo uno dei tanti sentieri natura all’interno del parco.

Si può soggiornare a Nicolosi, all’Hotel Rifugio Sapienza, a 1.910 m, ubicato nel piazzale dove parte la cabinovia per l’Etna. Offre 22 camere, arredate in tipico stile di montagna, con bagno, doccia e tv. Sono ammessi animali. L’albergo dà la possibilità a famiglie, gruppi, o singole persone, di poter trascorrere in assoluta tranquillità un breve ma intenso periodo di relax, degustando squisiti piatti locali in un’accogliente sala ristorante per 120 persone. La camera doppia con colazione costa  da €. 49 a persona, la camera doppia in mezza pensione costa da €. 69 a persona.

Foto | Panoramio

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. ortis says:

    che idea stupenda ed originale: sciare su di un vucano attivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *