breaking news

Palermo città del Mediterraneo

agosto 7th, 2009 | by Red
Palermo città del Mediterraneo
Arte & Cultura
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Palermo, capoluogo della Sicilia, è una città antica e ricca di storia. Molti i popoli che si sono avvicendanti nella conquista di questa magnifica terra, Sicani, Cretesi, Elimi, Greci, Fenici, Romani, Bizantini, Arabi, Normanni , Svevi, Angioini, Aragonesi, Spagnoli e Austriaci, ognuno dei quali ha lasciato parte della propria cultura e arte. Palermo si presenta quindi come un insieme di culture diverse, di diversi stili. Tutto questo rende il Capoluogo una città fantastica e ricca di storia e cultura. Ma non soffermiamoci oltre sulla storia di questa città, reperibilissima in rete, passiamo piuttosto a parlare di quello che la città offre dal punto di vista turistico.

Tante attrattive turistiche e tra le tante spiccano alcune costruzioni architettoniche davvero stupende da ammirare, e poi vi sono chiese, giardini, teatri e piazze. Di caratteristico troviamo anche i mercati rionali e le vie del centro storico di Palermo. Andiamo ad analizzarle poco per volta.

Tra le strutture architettoniche degne di nota vanno elencati il Palazzo dei Normanni, che si erge imponente vicino Piazza Indipendenza, a due passi da Viale delle Scienze. Ricco di storia, è una struttura bella da vedere sia dall’esterno che dall’interno, che è possibile visitare a pagamento. Degna di nota è la Sala di re Ruggero II, abbellita con fantastici mosaici che ritraggono temi orientali. Degna di nota e importanza è anche la  Cappella Palatina, a tre navate, decorate con mosaici bizantini, fantastici e tra i più importanti in Sicilia. Raffigurano diverse scene bibliche e il Cristo Pantocratore nell’atto della benedizione. Le tessere dorate, usate nel mosaico, conferiscono una particolare illuminazione, riflettendo le luci presenti.

Altro edificio sempre risalente al periodo Normanno è il castello della Zisa. Sempre in stile arabo, in quanto proprio questo stile aveva molto affascinato i sovrani normanni che vollero le loro residenze in quello stile, possente e sfarzoso. La struttura si inserisce nel grande parco del Genoardo. Molto bello e interessante il gioco di vasche che si trovano disposte all’esterno del palazzo, di fronte all’entrata di questo.

Sorge invece nel territorio del parco della Favorita un edificio alquanto particolare per le architetture presenti a Palermo. Una struttura di architettura cinese, si tratta della Palazzina Cinese. Dopo 20 anni di lavoro finalmente riapre i battenti mostrando il suo favoloso interno con diversi dipinti che ritraggono scene prettamente orientali. La Palazzina era stata destinata ad essere il casolare da caccia di Ferdinando di Borbone, grande appassionato di questo sport.

Chi fosse invece interessato anche a visitare le architetture religiose presenti nella città di Palermo, questa offre diverse opportunità. La Cattedrale di Palermo è situata in Corso Vittorio Emanuele. La struttura si affaccia su uno spiazzo ampio e recintato. La struttura è imponente e allo stesso tempo elegante. Si nota subito la diversità di stili presenti nella città di Palermo, nella sua struttura richiude in effetti parte della storia della città stessa.

Moltissime comunque anche le altre chiese presenti a Palermo. Degne di nota sono ad esempio la chiesa di San Domenico, situata in piazza San Domenico, su una delle strade più importanti della città, la Via Roma. Da visitare sono anche la chiesa della Martorana, situata in via Maqueda, nella piazza Pretoria. In città in ogni caso sono presenti molte altre chiese degne di nota. Basta guardarsi un po’ intorno.

Spostandoci verso il centro della città potremo avere la possibilità di percorrere alcune vie molto belle e importanti, in cui è anche possibile fare dello shopping. Si tratta di Via Roma e Via Maqueda, due vie parallele che conducono entrambe al centro storico. La Via Roma si trova innanzi la stazione centrale, via larga e ricca di negozi in cui poter fare i propri acquisti.

La Via Maqueda si presenta più rustica e antica, nella prima parte troviamo negozi che trattano articoli orientali, mano a mano che si va salendo cambiamo totalmente ambiente. Circa a metà della via è presente l’incrocio con Corso Vittorio Emanuele, qui si apre la visuale dei 4 Canti, quattro fonti che a giro adornano l’incrocio. Qui è anche presente piazza Pretoria, con la fontana Pretoria, che ritrae statue di nudo, tanto da valerle in passato il soprannome di piazza Vergogna. Se si decidesse di prendere per corso Vittorio, da un lato, di fronte la fontana Pretoria, si giunge alla cattedrale, mentre dall’altro ci si immette in Via Roma. Continuando invece per Via Maqueda si giunge finalmente ad uno dei teatri più belli mai costruiti, il teatro Massimo, famoso in tutto il mondo per la sua bellezza. Se vi capitasse di visitare la città nel periodo natalizio, il teatro si presenterà vestito di Galà, adornato ad arte e ben illuminato.

Proseguendo lungo la via, che adesso prende il nome di via Ruggero Settimo, troveremo diversi negozi, fino a giungere a piazza CastelNuovo, meglio conosciuta dai palermitani come piazza Politeama. Proprio qui infatti sorge il secondo teatro conosciuto di Palermo, il Politeama. Grande spazio di fronte a questo, in cui riposare sulle panchine in marmo presenti e ammirare la vita di Palermo, essendo questo il centro della città.

Se poi si volesse godere di un po’ di verde e di relax, magari seduti ad una panchina sotto il bel sole di Sicilia, Palermo offre diversi zone verdi. Vicino il centro abbiamo, il Giardino Inglese, immerso nel verde con una bella fontana al centro, e con un bar in cui è possibile gustare un gelato. Continuando per via Libertà si può giungere a Villa Trabia, grande area verde in cui potere godere di tranquillità e pace. Altro spazio  è rappresentato dal Foro Italico, area ricoperta da un bel giardino e da una zona, a ridosso del mare, in cui è possibile fare jogging.

Palermo ha anche qualcosa di più caratteristico, si tratta dei mercati rionali. Vi sono 4 mercati rionali in 4 diverse zone della città. In via Roma, troviamo il mercato rionale della Vucciria, soggeto tra l’altro di un dipinto di Guttuso. In corso Tucory troviamo  il mercato rionale di Ballaro, utile ai tanti studenti che trovano casa in questa zona, vicino l’Università. Altro mercato rionale è quello del Capo situato dietro il teatro Massimo, infine  il mercato di Borgo Vecchio situato tra pizza Sturzo e Piazza Ucciardone. Quest’ultimo rimane in attività fino a sera tarda. La città ha pure la possibilità di far visitare l’orto botanico, con molte specie di piante per gli appassionati.

Passiamo adesso al divertimento. Durante il giorno oltre a poter visitare i diversi palazzi, giardini e chiese, è possibile dedicarsi allo shopping, presso alcune vie. Via Roma, Via Ruggero Settimo, Via Principe di Belmonte, Via Maqueda, offrono una grande varietà di marche. Per chi volesse bere un caffè in pace e tranquillità, a piazza CastelNuovo sono presenti diversi bar e locali, molto eleganti. È il caso di Spinnato, che ha diversi locali nella zona.

Le serate palermitane possono essere poi trascorse tra diversi locali a matrici differenti. Vicino al Teatro Massimo sono presenti quelli molto frequentati dai giovani, in cui è possibile gustare drink e cenare, o gustare il Kebab, il tutto condito da profumi speziati e buoni. Altro centro del movimento serale è rappresentato dai Candelai situato in via Maqueda, anche qui diversi locali e birrerie sorgono uno accanto all’altro, alcuni locali offrono serate a base di cocktail e karaoke. Chi volesse una serata più tranquilla può semplicemente fare una passeggiata a Piazza CastelNuovo, o se ha la possibilità, spostarsi a Mondello e godersi una serata in riva al mare.

Foto: Flickr

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *