breaking news

Il ballo dei pastori del Carnevale di Balestrate in Sicilia

febbraio 22nd, 2009 | by Red
Il ballo dei pastori del Carnevale di Balestrate in Sicilia
Carnevale
1
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

In Sicilia, in provincia di Palermo, quello di Balestrate è un Carnevale speciale che riserva una particolare attenzione ai bambini diversamente abili che vengono invitati a partecipare, nella veste di attori, all’evento detto “Carnevalandia”.
I festeggiamenti durano più mesi e iniziano da gennaio. Si organizzano feste da ballo che vengono visitate da gruppi in maschera, guidati dal “bastoniere“, cosiddetto per il bastone che porta, il quale entra per primo nella sala e “ordina” il ballo.
Il ballo è definito “dei pastori” e prende spunto da un aneddoto: il Carnevale veniva festeggiato solo la domenica e il lunedì e alcuni pastori, che in quei giorni erano sempre impegnati a lavorare, non potevano mai parteciparvi, così decisero di parteciparvi di martedì, vestiti con abiti femminili. I festeggiamenti furono così prolungati e in loro onore fu scelto il nome del ballo.

Famosi sono anche i fastosi carri allegorici che sfilano per le vie del paese, creati da giovani sotto la guida di maestri cartapestai. Il sabbione è la maschera tipica, fatta di stracci stravaganti e multicolori. I prodotti tipici locali di Balestrate sono la cassata e i vini, tra cui il Nero d’Avola e l’Insolia. In questa città oltre al carnevale è possibile ammirare straordinari monumenti quali la “Chiesa Madre”, in piazza Evola dedicata a Sant’Anna ed edificata nel 1843, e il “Castello di Calatubo”, roccaforte di epoca bizantina che si erge su un rilievo roccioso in Serra Conzarri, nei pressi dell’omonimo fiume oggi in secca. Non mancano gli hotel a Balestrate (hotel Costa Azul), agriturismi (Fattoria Manostalla Villa Chiarelli con prezzi a partire da 35 €. a notte, mezza pensione €. 50 e pensione completa €.60) e Bed & Breakfast Contrada Rocca, Florio, Della Repubblica dove poter soggiornare spendendo pochissimo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. ortis says:

    Che sfizio questo “ballo dei pastori”, brava Natasha hai scritto proprio un bellissimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *