breaking news

Cagliari, sul Golfo degli Angeli

novembre 24th, 2013 | by Red
Cagliari, sul Golfo degli Angeli
Sardegna
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Il nome sembra che derivi dalle antiche popolazioni nuragiche che la chiamarono Karallai, gli studiosi hanno rintracciato le origini di Cagliari nel periodo Neolitico.

Cagliari è un’antica città colonizzata dai Fenici e, in seguito, occupata dai Cartaginesisi, divenne nel  48 a.C., municipium dei Romani; si erge su sette colli, come Roma:  Castello, Colle San Michele, Colle di Bonaria, Monte Urpinu, Monte Claro, Tuvu Mannu e Tuvixeddu,  è circondata da bastioni in muratura con torri imponenti, inoltre ospita la più grande necropoli punica, molte reperti sono custoditi  nel museo archeologico di Cagliari e al British  Museum  di Londra. La città è circondata dai Monti del Sulcis e si affaccia sul Golfo degli Angeli, dal cui nome si può dedurre la meraviglia del paesaggio.

La città è sempre meta di numerosissimi turisti, non solo nella bella stagione, infatti Cagliari oltre al turismo marittimo declina proposte artistiche, paesaggistiche e culturali di notevole interesse. Proprio per agevolare i visitatore si è intensificata l’offerta dei Bed and Brekfast, soluzione ideale per simpatia, economicità e cordialità. Per gli amanti della natura sarà imperdibile, proprio nel centro di Cagliari, il polmone verde dell’Orto Botanico, dove sono raccolte  specie di piante tropicali e mediterranee, oppure un’escursione di  Birdwatching, infatti,  la città ospita gli stagni di Santa Gilla e Molentargius, zone umide sotto la tutela della Comunità Europea, per proteggere la ricca fauna e  le colonie di fenicotteri rosa.

Nel cuore di Cagliari si trovano l’antica Cattedrale di Santa Maria e la Basilica di Bonaria; vale la pena di un viaggio a Cagliari solo per godersi la festa del Santo Patrono, Sant’Efisio, il I maggio, infatti si svolge una processione molto particolare con tutti i costumi tradizionali, provenienti dalle varie parti della regione, si traina un cocchio con un simulacro fino alla Chiesa di Nora, luogo del martirio, per sciogliere il voto fatto della popolazione durante l’epidemia di peste nel Seicento. I festeggiamenti terminano il 4 maggio col rientro del Santo a Cagliari.

Il Castello di Cagliari è la testimonianza della dominazione Aragonese, grazie alla quale, Cagliari ebbe un importante sviluppo urbanistico; nel XVII secolo venne fondata l’Università, che contribuii al lustro della città.

Per chi ama il mare sono molti i Bed and Breakfast Cagliari, che consento al turista di aprire le finestre sul meraviglioso e decantato Golfo degli Angeli, con  le sue bellissime spiagge, un risveglio che rimane nel cuore e negli occhi.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *