breaking news

Arbatax, cuore d’Ogliastra

novembre 4th, 2008 | by Red
Arbatax, cuore d’Ogliastra
Al mare
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Trascorrere una vacanza Sardegna è una scoperta continua. Grazie alla generosità della natura e dei popoli che l’hanno abitata nei secoli questa terra è ricchissima di attrattive e sono svariate le esperienze di viaggio che si possono fare. È incredibilmente selvaggia e incontaminata e la mano dell’uomo è riuscita spesso a non essere invasiva ma ad armonizzarsi, valorizzando l’ambiente preesistente. Un territorio dai paesaggi variegati che si offrono, a chi decida di viverli, con grande senso di accoglienza, un’ospitalità familiare e semplice come le persone che vi abitano.

È una terra che coniuga tradizioni forti e innovazione, delicatezza e intensità, e questo lo fa nella sua cucina, nelle sagre e nelle feste popolari, nell’arte, in ogni sua espressione. Ama ospitare in modo semplice regalando un grande calore ai suoi visitatori e offrendo tutte le sue ricchezze, fatte di colori, profumi, sapori e suoni unici. Il suo mare è una magnifica vetrina dietro la quale si celano paesaggi suggestivi, variegati, complessi.

Sulla costa centro orientale dell’isola si trova la provincia dell’Ogliastra. È una zona prevalentemente montuosa che si affaccia su un mare azzurro dalla trasparenza unica. La sua costa si presenta dapprima sabbiosa, caratterizzata da lunghe distese di sabbia, e verso nord si arricchisce di meravigliose falesie a strapiombo sul mare, intervallate da calette raggiungibili solo via mare o attraverso sentieri immersi nelle montagne.

Nel cuore di questa zona si trova la località di Arbatax, frazione marittima di Tortolì. In passato fu abitata da una comunità di pescatori provenienti dall’isola di Ponza. Sviluppato attorno alla torre costiera secentesca di San Michele, oggi si presenta come borgo con una forte tradizione della pesca, ma è anche sede di un porto e di un aeroporto che collegano questa parte della Sardegna al resto del continente e ed ha sviluppato una forte vocazione turistica. Sorge ai piedi di un promontorio dominato dal faro di Capo Bellavista, una falesia di porfido rosso dal quale si può ammirare lo stupendo panorama, caratterizzato dalle rocce dello stesso colore.

Vicino al porto si trovano le famose Rocce Rosse, il simbolo di Arbatax. Sono scogliere di porfido rosso che emergono direttamente dal mare. Le acque sono di un azzurro cangiante grazie ai giochi di luce creati dal sole riflesso sul fondale di sassi. In questa cornice suggestiva si svolge un importante festival di musica, uno degli appuntamenti musicali più importanti della Sardegna, “Rocce Rosse & Blues“, che da anni anima le estati ogliastrine e che ha ospitato star di calibro internazionale. Anche nella vicina Cala Moresca si possono ammirare splendide rocce di porfido rosso che emergono tra le rocce granitiche.

Nelle vicinanze c’è un ampia scelta di località balneari. Si segnala a sud di Arbatax la lunga spiaggia bianca del lido di Orrì con un acqua molto chiara, intervallata da scogli molto levigati affioranti dal mare e dall’arenile. A nord invece sono assolutamente da vedere le stupende cale alternate a scogliere a picco sul mare e grotte, raggiungibili vai mare con un imbarcazione dal vicino porticciolo di Santa Maria Navarrese. L’entroterra è prevalentemente montuoso e coperto da boschi, ideale per il trekking e l’arrampicata sportiva.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *