breaking news

Sulle tracce di San Pio a San Giovanni Rotondo

febbraio 17th, 2009 | by FM
Sulle tracce di San Pio a San Giovanni Rotondo
Puglia
1
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

A San Giovanni Rotondo, nel cuore del Gargano, in Puglia, si è sviluppato da molti anni un pellegrinaggio costante e assiduo. È qui che visse Pio da Pietrelcina, meglio conosciuto come Padre Pio. Reso beato nel 1999, nacque nel 1887, e a 16 anni entrò nell’ordine dei cappuccini. Fu ordinato sacerdote e si stabilì nel convento di San Giovanni Rotondo dove, durante la sua lunga malattia, visse importanti esperienze mistiche che nel 1918 culminarono con l’apparizione sul suo corpo di stigmate, ossia la riproduzione delle piaghe di Cristo a causa delle sofferenze patite sulla croce durante la Passione.

Al fine di arginare l’esaltazione popolare, nata intorno a questo fenomeno, Padre Pio fu oggetto anche di provvedimenti disciplinari da parte dell’autorità ecclesiastica. Il numero di fedeli era sempre crescente, fino alla sua morte. Grazie ad una sua iniziativa fu costruita la Casa del Sollievo della Sofferenza. Fu Giovanni Paolo II a renderlo beato e nel 2001 i suoi miracoli sono stati riconosciuti.

È stato necessario raccontare la vita di questo straordinario uomo per capire perché ancora oggi i pellegrini, in un marcia silenziosa raggiungono questo luogo di culto. Il volto della povertà, della semplicità e dell’aiuto fraterno è quello incarnato da Padre Pio. Moltissimi fedeli giungono qui per un pellegrinaggio, per far visita alla sua tomba, e in questo periodo è possibile anche pregare sulla sua salma esposta al pubblico. Un uomo che ha comunicato molto alla gente e che parlava la loro lingua, ecco perché ancora oggi in tanti giungono qui, per chiedere una grazia. E vi giungerà anche Papa Benedetto XVI, domenica 21 giugno 2009, per pregare sulla tomba di San Pio da Pietrelcina Un luogo mistico e particolare, dove in ogni angolo si respira un profumo particolare. Un luogo per ricolmare lo spirito e immedesimarsi in quella che è stata la sua santità, le sue sofferenze, la sua straordinaria vita.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. mciccone blu eyes says:

    è bellissimo. io vi segnalo un piccolo B&B, di cui non ricordo il nome, io sono una distratta cronica, si trova a pochi metri dalla chiesa madre, pernottamento e prima colazione sui 20,00 euro. Troverete delle persone gentilissime. Se invece siete di passaggio vi segnalo un bar, un piccolo chiosco di legno nei pressi dell’ ospedale dove potete gustare degli ottimi panini. Buonissimi… vi assicuro non ne ho mai mangiati di così buoni.. peccato che non ricordo i nomi cmq a maggio scenderò e ve li segnalerò…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *