breaking news

Battaglia a suon di… arance!

febbraio 23rd, 2009 | by Red
Battaglia a suon di… arance!
Carnevale
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

È il momento clou dello Storico Carnevale di Ivrea, quest’anno alla sua 202° edizione e in programma dal 21 al 24 febbraio. Intorno alla metà del 1900 le arance sostituirono i fagioli secchi con cui originariamente veniva disputata la battaglia. Secondo la tradizione, la “battaglia” ebbe origine quando dai balconi le fanciulle cominciarono a lanciare arance insieme a confetti, coriandoli, lupini e fiori sulle carrozze del corteo carnascialesco e che, dai carri del corteo, i ragazzi cominciarono a rispondere alla provocazione lanciando a loro volta arance.
L’odierna battaglia viene disputata da due fazioni, quelle del carro (le cosiddette guardie del tiranno) e quelle degli arancieri a piedi (i popolani ribelli), in base a regole precise. I protagonisti del carnevale sono: la vezzosa mugnaia, eroina della festa, il generale con il suo Stato Maggiore, il sostituto cancelliere, il podestà, il corteo con le bandiere dei rioni rappresentati dagli Abbà, i Pifferi e i Tamburi.

Il carnevale è uno spunto in più per visitare la bella cittadina del Canavese. E per conoscere gli aspetti più segreti di Ivrea, Turismo Torino e Provincia propongono visite guidate del centro storico con itinerari che raccontano la storia della città intrecciandola con la leggenda del carnevale: si visitano così il castello medievale, la cattedrale con i campanili romanici e la cripta, il Palazzo del Vescovo, i vicoli della città alta, le piazze teatro della Battaglia delle Arance, alla ricerca di curiosità e aspetti folkloristici. Inoltre propone interessanti e imperdibili visite naturalistiche guidate e gratuite nei dintorni di Ivrea e all’area dei Cinque Laghi. Per il carnevale, all’Hotel Gardenia, a Romano Canavese 4 Km da Ivrea,  la camera doppia con colazione costa €.90.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *