breaking news

Escursioni e buona gastronomia tutto l’anno nel cuore del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

marzo 5th, 2014 | by Red
Escursioni e buona gastronomia tutto l’anno nel cuore del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise
Abruzzo
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Vivere la natura a un passo dalle grandi città, rigenerandosi con le escursioni, le passeggiate lungo il lago e – perché no? – approfittare della possibilità di avere un contatto diretti con animali che per molti sembrano popolare solo i libri della favole, come orsi marsicani, camosci e lupi. Per non parlare della gastronomia, che richiama i sapori genuini del passato, ispirati dalla secolare tradizione della transumanza.

Tutto questo non è un idillio di leopardiana memoria, bensì un’opportunità concreta per voi e la vostra famiglia. Partendo da Napoli o Roma, con appena un paio di ore di viaggio si arriva nel cuore del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, uno dei più antichi e in assoluto tra i più belli d’Italia.

Se avete in mente un viaggio del genere, Villetta Barrea può essere senz’altro il vostro quartier generale: è in una posizione strategica all’interno del Pnalm e permette di raggiungere con una certa facilità le località di maggior interesse di questo suggestivo angolo dell’entroterra abruzzese. Ogni stagione è buona per scoprirlo e per restarne affascinati. Se in primavera, estate ed autunno dominano la scena le escursioni, le visite didattiche e le degustazioni, nella stagione invernale da queste parti si scia alla grande! Né mancano i percorsi per gli appassionati delle ciaspolate.

Tra i punti d’attrazione va citata senz’altro la Camosciara. Il nome dice tutto a proposito dei suoi “residenti”. Per gli amanti delle escursioni – ma anche delle fotografie – questo è un piccolo paradiso in terra. Tra cascate, faggete, animali in libertà, sentieri che si perdono nei boschi e montagne che tolgono il fiato, si presentano tante opportunità per praticare attività all’aria aperta. Se cercate una casa vacanze nel Parco, qui potrete trovare strutture accoglienti e prezzi interessanti.

Trekking a parte, in questa zona (ma non solo) è possibile regalarsi gite in mountain bike, oppure escursioni a cavallo. Per i più piccoli, quando il tempo lo permette, c’è anche un trenino. Ma anche nelle altre località c’è tanto da fare o da vedere. A Barrea e a Villetta Barrea, in particolare, ci sono il lago e le attività legate allo specchio d’acqua a dominare la scena.

In alcuni periodi, soprattutto nel periodo estivo, vengono organizzate escursioni a tema. Tra queste è da non perdere – interessante praticamente tutto l’anno – quella del percorso che da Barrea, passando per Alfedena, porta al Lago Vivo, a circa 1600 metri di quota. In autunno, ad esempio, non è affatto raro osservare cervi che per amore si sfidano a duello. Sullo sfondo, il monte Petroso: con i suoi circa 2.200 metri, è la vetta più alta del Pnalm

Ovunque troverete i centri visita del Pnalm, pronti a soddisfare le vostre curiosità. A Villetta, ad esempio, merita una visita il Museo della transumanza. È dotato anche di un’area dedicata alle degustazioni e all’esposizione di prodotti enogastronomici e artigianali.

Interessante anche il Centro visita di Pescasseroli, con il museo naturalistico, il parco faunistico e il Giardino appenninico: un’occasione unica per vedere da vicino l’orso marsicano, le poiane, i lupi appenninici e i caprioli, oltre che le specie vegetali presenti nel Pnalm, a loro volta popolate da scoiattoli, picchi e uccelli di vari tipi.

Ma queste sono solo alcune tra le infinite proposte racchiuse nei paesi che compongono il variegato mosaico del Parco. Consultando il sito ufficiale, scoprirete che in ogni periodo dell’anno sono in agenda eventi e appuntamenti culturali di indubbio interesse, sia nei paesi del versante abruzzese, sia in quelli del Molise o del Lazio.

Ovunque sarà possibile scoprire manifestazioni dalle antiche origini, spesso e volentieri imperniate su una gastronomia che fa della genuinità uno dei suoi punti di forza. Non meno interessanti le attività della tradizione artigianale. Né mancano siti archeologici (Castel San Vincenzo) e musei di indubbio interesse storico (Alfedena). Insomma: gli ingredienti per trascorrere una vacanza da vivere e da raccontare ci sono tutti. A voi il compito di “scrivere” il menu che più vi intriga.

Photo Credit Rossana Coviello

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *