breaking news

Al Castello di Fumone

novembre 11th, 2008 | by paperone
Al Castello di Fumone
Arte & Cultura
3
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

A poca distanza da Roma, circa 80 chilometri, nel cuore della Ciociaria, si trova questo stupendo e integro Castello, un tempo fortezza militare, oggi divenuto luogo di visita e di sosta per il pernottamento nel suo Bed & Breakfast.
Il nome di Fumone nasce dall’antica funzione svolta grazie alla felice posizione geografica di dominio sull’intera valle del Sacco e sulla via Latina. Il Castello, con le segnalazioni di fumo provenienti anche da altre province, annunciava le invasioni di nemici provenienti da sud e diretti a Roma. Era quindi di importanza strategica e lo testimoniano anche due espressioni come “Quando Fumone fuma, tutta la campagna trema” e “Fumone cornuto, da tutti è veduto”.
Castello dalla fama di inespugnabilità, del controllo diretto della potenza militare della Chiesa, per oltre 500 anni fu utilizzato attivamente come fortezza militare per avvistamento e segnalazioni e in seguito come prigione Pontificia. Dal 1584 la famiglia Longhi, discendente dal Pontefice Bonifacio VIII, proprietaria del Castello, lo ha trasformato nella propria residenza.

La rocca di Fumone nel tempo apportò adeguamenti architettonici per far fronte all’utilizzo delle armi da fuoco . L’ingresso dall’unico accesso di Porta Romana, fortificata e sovrastata da una torre, attraverso una strettoia in salita con ai lati della strada le possenti case e mura rende già l’idea della fortezza in tutti i sensi della parola. Tutto il paese si presenta con le caratteristiche del castrum medioevale con la cinta muraria rappresentata dalla linea esterna delle case.

Svettano ancora diverse torri e punto di orgoglio del castello è il meraviglioso giardino pensile costruito sulle volte dei camminamenti di guardia e in tutti i punti disponibili del castello, dai fossati agli spazi tra le torri. Dall’alto dei suoi 800 metri si estende su 3.500 metri quadri con uno spettacolare panorama su oltre 40 paesi. Persino il Vesuvio, quando fumava, era visibile nelle giornate terse. Il giardino del Castello di Fumone è uno dei rari esempi nel suo genere in Europa ed è tipico dell’arte del giardino classico all’italiana. Dai primi passi sui graziosi camminamenti fino al centro del morbido prato, l’impressione suscitata è lo stupore e la meraviglia della perfezione armonica delle ville principesche del rinascimento.

Al B & B del Castello ci sono due diverse soluzioni: il Corpo di guardia e il relais Il Falco Nero. Nel primo caso l’ospitalità è negli ambienti al piano terra dell’edificio che durante tutto il medioevo erano utilizzati dalla guardia armata di servizio presso l’antico maniero. Due le camere matrimoniali, un soggiorno, una sala per le colazioni, una palestra con la vasca idromassaggio, arredi e mobili antichi, originali pavimenti in cotto, ma anche TV e riscaldamento.
Il relais del Falco Nero, si trova invece di fronte al Castello di Fumone, nell’antico edificio che nel Medioevo ospitava l’addestramento dei falchi da caccia appartenenti al castellano. Da una recente ristrutturazione effettuata in rispetto dell’originale e caratteristica architettura, sono state ricavate 6 stanze di cui una tripla e le restanti tra singole e doppie.

La colazione è servita nei giardini pensili o in una delle sale interne, e se siete accompagnati da amici a quattro zampe di piccola taglia non ci sono problemi per la loro accoglienza. I prezzi possono variare, mediamente di 180,00 euro a coppia per una notte nel Corpo di Guardia, di 90,00 euro a coppia nel relais. Si raggiunge dall’A1 da Roma uscendo ad Anagni/Fiuggi, da sud per l’uscita di Frosinone.

www.castellodifumone.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

3 Comments

  1. natasha says:

    Affascinante la storia di Fumone. Bellissimo il castello!

  2. sara says:

    Io amo i castelli! Dalla foto si vede che è stupendo, lo andrò a visitare! E poi è una bella storia, Bravo!

  3. lyudmyla says:

    il castello di Fumone e la città sono così belli! la storia della famiglia di Longhi e de Paolis è affascinante. io sono rimasta senza una parola! Grazie a tutti i cittadini di Fumone che sono riusciti a tenere la città in modo perfetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *