breaking news

Rimini e la riviera romagnola, stagione turistica in salita

luglio 12th, 2011 | by Red
Rimini e la riviera romagnola, stagione turistica in salita
Emilia Romagna
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Preoccupazione sull’andamento della stagione turistica di Rimini e della Riviera Romagnola, come si apprende leggendo le dichiarazioni della presidente dell’associazione Albergatori di Rimini, Patrizia Rinaldis, rilasciate sulle pagine del quotidiano Il Resto del Carlino online.

“Viviamo alla giornata con pochissima programmazione e con le difficoltà che ciò comporta per un imprenditore. La gente aspetta l’ultimo momento per prenotare perché risente della crisi che non è affatto alle spalle.”

La preoccupazione emerge soprattutto dai dati riguardanti l’alta stagione, ormai imminente. Sempre la presidente degli albergatori riminesi sottolinea infatti, durante l’intervista, come quest’anno per il periodo di Agosto, nonostante sia già Luglio inoltrato, è ancora facile trovare posti disponibili in Hotel Rimini, cosa che in passato di questi tempi era assolutamente impossibile.

Tutto ciò si traduce in una grande incertezza, con gli albergatori che sperano in prenotazioni last minute, ormai diventate una prassi e non più un fatto eccezionale, per raddrizzare la stagione ed avere il conforto dei numeri, nonostante, come aggiunge Patrizia Rinaldis, “basta davvero un niente per far pendere l’ago della bilancia da una parte piuttosto che dall’altra”.

La situazione 2011 rispecchia un trend ormai certificato da APT, che nei tre anni precedenti ha registrato un calo costante per la stagione balneare in Romagna. Nel 2010 infatti le presenze in hotel e nelle strutture ricettive romagnole nei mesi caldi, da maggio a settembre, sono state inferiori di due milioni(pari al 2,7%) rispetto all’anno precedente. A preoccupare inoltre è anche il periodo di permanenza dei turisti in hotel: nel 2006 mediamente le persone si fermavano 8,7 giorni in città, mentre lo scorso anno la media di permanenza si è fermata agli 8,2 giorni.

Nonostante un certo allarmismo va comunque considerato come in un periodo di crisi come quello che sta attraversando il nostro paese, la riviera romagnola e Rimini stanno contenendo i danni, grazie anche alla propria offerta turistica tra le più concorrenziali del mercato, sia a livello economico che di infrastrutture, collegamenti e proposte del territorio.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *