breaking news

Scopriamo la Calabria: Catanzaro e provincia

aprile 4th, 2013 | by gianni.cer
Scopriamo la Calabria: Catanzaro e provincia
Calabria
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Se hai già prenotato una vacanza in un hotel in calabria e ti trovi esattamente nella provincia di Catanzaro allora ora non ti rimane che conoscere i luoghi e i posti più straordinari di questo pezzo di territorio, visitati appositamente per te.

Catanzaro, capoluogo di regione, è la citta delle tre V: Vento, Velluto e  Vitaliano.
V – come vento è un elemento che non manca mai a Catanzaro, tanto è vero che esiste un detto locale che dice: “Trovare un amico è così raro, come un giorno senza vento a Catanzaro”.

V – come  Velluto insieme ai damaschi e alla seta erano gli elementi che hanno reso il capoluogo Calabro, tra i più ricchi ed importanti centri internazionali.

V, non per ultima, di San Vitaliano il patrono della Città, le cui reliquie furono inviate alla città dall’allora Papa Callisto II.

Salendo verso la Sila, incontriamo due paesini che vale la pena conoscere e visitare: Tiriolo e Taverna.

Tiriolo è il paese tra i due mari, bellissimo e caratteristico pieno di storia e di cose da vedere. Già la sua posizione merita una visita, per non parlare delle chiese.

Taverna è il paese che ha dato i natali all’illustre Mattia Preti, dove oggi è stato allestito un bellissimo museo.

Scendendo verso sud, direzione Reggio Calabria, ci fermiamo in uno dei Parchi più interessanti in Calabria: Parco Scolacium di Roccelletta di Borgia. All’interno oltre al museo, è possibile ammirare una basilica Normanna costruita sopra un’antica colonia greca: Skylletion.

Sempre più a sud, ci fermianmo a Squillace, per ammirare, la chiesetta Gotica di Santa Maria della Pietà, la chiesa di San Pietro con il suo splendido portale, quella di San Matteo e i ruderi di S. Chiara. Inoltre, in cima alla Città, i ruderi del Castello Normanno. Percorrendo la 106 ionica ci fermiamo a scattare le foto al bellissimo scenario che ci si apre difronte siamo a Copanello, uno dei pochi tratti sull’intera costa ionica (Brancaleone e Roseto Capo Spulico gli altri due) con scogli a picco sul mare. Proseguendo ci fermiamo a Soverato, allegra cittadina, anche se ultimamente sta perdendo il suo fascino.
Ci rimangono altri due paesini da Vedere: Sant’Andrea Apostolo dello Jonio e Badolato. Sant’Andrea è un incanto, siede su tre colli e domina la vista, come pochissimi paesi in calabria, c’è molto verde e l’aera del vallone di Bruno (cos si chiama) è sotto l’attenzione del FAI per via del suo immacolato aspetto naturalistico.
E per concludere Badolato, un altro incanto, arroccato sulla collina, quasi a volersi nascondere è considerato tra i più bei borghi calabresi. Oggi ospita il Tarantella Power, una rassegna di musica etnica importantissima (fine agosto).

Termina qui il nostro viaggio in Calabria, alla scoperta della provincia di Catanzaro

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *