breaking news

Una vacanza insolita in Australia tra canguri, koala e pinguini

agosto 7th, 2009 | by Red
Una vacanza insolita in Australia tra canguri, koala e pinguini
Australia
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Chi ha voglia di una vacanza insolita, tra canguri, koala e pinguini, si può recare in Australia. E’ vero che sono molte ore di volo, ma ne vale la pena, è un Paese stupendo. Gli hotel in quasi tutte le città dell’Australia partono da un minimo di $ 30 a notte per i 2 stelle, di $ 68 a notte per i 3 stelle come all’Hotel Cairns, ai 107 $ dei 4 stelle come all’Hotel Perth per finire ai 5 stelle da $ 155 come il Gold Coast o ai $ 209 dell’Hotel Brisbane.
L’Australia è raggiungibile dall’Italia con diversi voli, alcuni anche low cost, come quelli della compagnia aerea Air China con partenza da Roma Fiumicino e arrivo a Sidney a €.866 A/R.

A Sydney, i luoghi da visitare sono la famosa Sydney Tower (nota anche come torre del centro),  secondo edificio più alto dell’emisfero australe, poi c’è il caratteristico ponte Harbour Bridge e l’Opera House. Il fiume principale di Sydney è il Parramatta dove si naviga in canotto, canoa, barca a vela e su piccoli yacht, si fa pesca sportiva e, occasionalmente, gare di dragon boat, una imbarcazione tipica, simile a una lunga canoa a remi. Invece il golfo è celebre per le gare di yacht (da qui parte la competizione nota come “Sydney to Hobart Yacht Race”). Una tappa obbligata per il viaggiatore è anche il piccolo porto di Darling Harbour, con i suoi numerosi ristoranti e negozi caratteristici.

A Sydney c’è anche una bellissima metropolitana. Il Sydney Cricket Ground, lo stadio polisportivo, ospita numerose competizioni internazionali di cricket e la squadra di football australiano dei Sydney Swans. Nella zona circostante ci sono gli studi della 20th Century Fox. Le Olimpiadi di Sydney 2000 si sono svolte nel parco olimpico Homebush Baye, che oggi viene utilizzato per grandi eventi sportivi e culturali, soprattutto all’interno del Telstra Stadium.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *