breaking news

Settembre a Sorrento

luglio 4th, 2011 | by Red
Settembre a Sorrento
Bed & Breakfast
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Prendere le vacanze a settembre non è una solamente una buona idea, ma un’ottima pensata. Se agosto si contraddistingue come il mese delle ferie e della calca, settembre è un mese più tranquillo, dove la città riacquista la sua dimensione e il relax la fa da padrone.
Tutto è più dolce a settembre: il clima, la vita e il mare. Quindi niente di meglio che trascorrere le vacanze di settembre a Sorrento, dove regnano la pace e il relax più assoluti.

Il sottofondo del rumore del mare, lo scenario composto da panorami mozzafiato e scogliere a picco sul mare; Sorrento è il set perfetto per le tue vacanze settembrine che ti consentiranno di ritornare a lavoro più carico che mai!
Sorrento è inoltre il punto di partenza per scoprire le perle della costiera amalfitana, tra le quali, solo per citare qualcuno dei nomi più noti, Amalfi, Maiori, Minori, Ravello, Vietri sul Mare e Positano.

Anche mangiare a Sorrento è un’esperienza unica che coinvolgerà tutti e cinque i tuoi sensi con i piatti tipici, semplici e genuini della cucina sorrentina e i suoi piatti a base di pesce e fior di latte.
Anche l’offerta turistica è molto ampia e variegata. Si va dai classici alberghi ai Sorrento bed and breakfast come il Relais Diana, una struttura di classe che si trova nel polmone verde della penisola sorrentina, nella frazione collinare di Priora. L’edificio si presenta così come uno se lo immagina, un casolare rustico in tufo circondato da oliveti ed agrumeti, il panorama è invece di quelli talmente belli da mozzarti il fiato, con il Vesuvio che svetta sulla baia di Napoli e l’isola di Ischia a due passi.

Per tutto il mese di settembre 2011 il Relais Diana ti propone:
•    Soggiorno in camera matrimoniale
•    Prima colazione
•    Connessione internet wi-fi gratuita
•    Parcheggio privato

A 105 euro a notte per coppia per un soggiorno minimo di 7 notti

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *