breaking news

La magia dei Trulli di Alberobello

ottobre 29th, 2008 | by M.An.To
La magia dei Trulli di Alberobello
Bed & Breakfast
3
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Immaginate una vacanza immersa in un posto dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità, provate a pensare anche a un viaggio dove a guidarvi è il profumo di mandorli e frutteti, vigneti e uliveti….unitevi la semplicità e la sagacia dei contadini di una volta che sfruttarono in tutto e per tutto le risorse di un territorio ostile…vi troverete dritti diritti davanti ai Trulli di Alberobello.

I trulli più antichi di cui ci resta traccia oggi sono stati costruiti nel XVI secolo a ridosso del promontorio pugliese della Murgia. In verità il termine con cui venivano chiamate  queste costruzioni a secco, nell’Altosalento e in tutta la Murgia dei trulli, era  semplicemente “casedda“,  letteralmente piccola casa.  Di questo si tratta in realtà, di una modesta ma confortevole casa costruita dai contadini che utilizzavano la materia prima più abbondante: la pietra calcarea.

Alberobello è la città dei Trulli per eccellenza. La storia di questa originale cittadina a trullo risale alla seconda metà del XVI sec., quando i conti di Conversano, feudatari del posto, autorizzavano i contadini a costruire un nuovo villaggio con abitazioni costruite a secco senza utilizzo di malta, in maniera da poterle subito demolire in caso di ispezione regia (i feudatari, infatti, dovevano pagare un tributo al re per la costruzione di nuovi centri abitati).

Meta ambita per vacanze originali, Alberobello offre soggiorni in queste antiche costruzioni, che hanno mantenuto intatto il loro fascino nel secoli. Il residence Trulli Holiday – per esempio –  si estende nel centro storico di Alberobello e offre ai propri ospiti la possibilità di trascorrere una meravigliosa esperienza in uno dei suoi bellissimi trulli. Le case sono l’una differente dall’altra, motivo in più per cui in soggiorno ad Alberobello può diventare unico e indimenticabile!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

3 Comments

  1. MCiccone says:

    BELLISSIMO! QUESTA ESTATE CI SARO’! STUPENDO!

  2. natasha says:

    Sono troppo particolari, meritano una visita almeno una volta. Mi affascinava molto vederli e finalmente ci sono stata. Sono carinissimi, sembrano le casette degli gnomi e ti chiedi “Come fanno a vivere in uno spazio così ristretto?”

  3. sara says:

    Queste casette mi attirano tanto…devo andarci!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *