breaking news

Albergo diffuso per riscoprire la Liguria più autentica

maggio 25th, 2016 | by Red
Albergo diffuso per riscoprire la Liguria più autentica
#Sleepy
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Del concetto di albergo diffuso ne ho sentito parlare quasi per caso. Ma mi ha conquistato in un attimo: l’idea di poter disporre dei confort di un hotel, ma al tempo stesso sentirsi parte integrante di un borgo – in pratica un vero e proprio residente – mi è sembrata davvero originale.

Dopo anni di vacanze preconfezionate, di quelle che sembrano fatte con lo stampino, mi ha intrigato la possibilità di conoscere nuove mete, per così dire lontane dai circuiti turistici tradizionali. Per una volta ho deciso di fare un viaggio non nelle solite e gettonate mete come Roma, Firenze, Rimini e via discorrendo, bensì nell’Italia minore, quella piccola ma grandiosa Italia tutta da scoprire, ma che sa sempre sorprenderti. Che sa regalarti emozioni uniche. E vere.

A Borgomaro un albergo diffuso in un’oasi di pace

Per la mia vacanza in un albergo diffuso ho scelto la Liguria. Mi ha sempre affascinato questa terra che profuma d’antico. Anche nel suo entroterra. Ho scelto come quartier generale Borgomaro, un paesino di meno di mille anime nella Valle del Maro.

Qui ho trovato il mio albergo diffuso: il Relais del Maro. Un’esperienza indimenticabile. È bastato mettere piede nella reception per sentirmi di nuovo a casa mia. Ho ricevuto un’accoglienza davvero calorosa.

Al di là della confortevolezza della camera che ho prenotato, ho trovato nuovi amici, pronti a offrirmi un tè, a scambiare qualche opinione e a consigliarmi qualche itinerario per scoprire i tesori ambientali e storici della zona, ma anche i ristoranti tipici per degustare autentici prodotti tipici della Liguria. A partire dall’eccellente olio ricavato dall’oliva taggiasca.

Piacere e benessere interiore a portata di mano

Ho avuto la possibilità di alloggiare nella Casa Madre, una struttura del XIX secolo finemente ristrutturata e dotata di ogni confort. Tutto era a portata di mano: la sala per le colazioni e la piscina con il giardino, dove ho trascorso qualche ora piacevole, immerso nel silenzio e nella pace che solo un piccolo borgo può darti. L’ideale per dedicarmi alla lettura di un buon libro.

Eh, sì: i ritmi slow di questa comunità, l’ospitalità della gente del posto, mi hanno riconciliato con me stesso. In un batter d’occhio, lo stress accumulato in mesi e anni di lavoro è svanito nel nulla. Il corpo e la mente ne hanno tratto beneficio.

Quei rapporti cordiali e genuini, le escursioni nella natura circostante – bella e a tratti selvaggia – mi hanno permesso di cancellare dalla mente la mia quotidianità lavorativa e farmi scoprire un mondo nuovo. Nel quale in verità mi sentivo a perfetto agio, come se fossi sempre vissuto lì. Il bello dell’albergo diffuso è anche questo.

Ecco: al di là delle esperienze vissute e le nuove conoscenze su una terra meravigliosa – un vero e proprio scrigno di cultura e storia – questo soggiorno a Borgomaro mi ha regalato grandi emozioni. Un vero e fondamentale valore aggiunto alla mia vacanza.

Cosa vedere fare e vedere nei dintorni

Grazie all’esperienza dell’albergo diffuso ho avuto l’opportunità di scoprire borghi davvero incantevoli: oltre a Borgomaro ho visitato Pieve di Teco, Aurigo, Lucinasco, la Bussana abbandonata dopo un terremoto (poi diventata meta d’artisti) e altro ancora. Ma ho avuto l’occasione di visitare anche realtà più note, come Imperia, Ventimiglia (a un passo dalla Francia) e Sanremo, la città dei fiori che oltre al festival ha molto di più. Merita indubbiamente una visita.

E aggiungo una chicca: Sanremo può essere raggiunta anche in bici. C’è una pista ciclabile – ricavata da una ferrovia dismessa – lunga oltre 20 chilometri. Una rigenerante pedalata a contatto con il mare e la natura circostante. Un motivo in più per vacanza in Liguria. Naturalmente ospiti di un albergo diffuso.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *