breaking news

Halloween: la storia

ottobre 31st, 2011 | by Red
Halloween: la storia
Agriturismo
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Ormai si sta diffondendo anche nel nostro paese la cultura di festeggiare il famoso Halloween la notte del 31 ottobre, festeggiato soprattutto in America ed in Inghilterra.

Amatissimo dai bambini che, travestiti, si recano dai propri vicini per recitare la famosa frase “scherzetto o dolcetto?” (dall’inglese “trick or treat?”), viene ultimamente molto apprezzato anche dagli adulti che si divertono a partecipare a serate a tema, feste, addobbano le proprie case o addirittura si “regalano” un week end di “magia” in qualche agriturismo di affascinanti località.

Benchè orami sia diventata una festa prettamente commerciale, le sue origini sono antichissime e risalgono alle popolazione Celtiche delle isole britanniche.

Questo popolo era composto prevalentemente da pastori e come abitudine festeggiavano la dine della stagione dei raccolti: ogni anno alla fine delle fertile estate giungeva il freddo  e sterile inverno. Questo passaggio veniva celebrato la notte del 31 ottobre che coincideva per i celti anche al passaggio di un nuovo anno che iniziava dal 1 novembre. Durante questa notte si tenevano grandi festeggiamenti per salutare l’arrivo dell’inverno.
Era usanza pensare che durante questa notte gli  spiriti degli uomini morti durante l’anno, si mettessero in cerca di un nuovo corpo da possedere nell’anno seguente. Per paura di essere posseduti,  i vivi si travestivano con abiti paurosi e trasformavano le loro abitazioni in ambienti poco accoglienti per scacciare gli spiriti.

Nel 1840 gli irlandesi emigranti negli USA a causa della carestia che si abbattè sulle loro terre, portarono con sè anche la tradizione di questa festività.

Da quel momento Halloween è diventata una delle feste più sentite ed amate dagli americani.

La famosa frase pronunciata dai bambini, in cerca di dolcetti, ai vicini di casa “Trick or treat” risale anch’essa ai celti.

A fine estate era preoccupazione dei contadini di conservare quanto più cibo possibile durante l’ostile inverno; pertanto passavano dai propri vicini per chiedere un aiuto. Coloro che si rifiutavano di concedere una mano, ricevevano della maledizioni: streghe, spettri, demoni venivano invocati dai contadini per impaurire i vicini che non erano stati generosi. Per evitare tutto ciò, gli abitanti del villaggio erano costretti a donare quasi sempre qualcosa.

I bambini di oggi non fanno altro che ricelebrare questa antichissima usanza, e anzichè lanciare maledizioni si “limitano” a tirare qualche scherzetto al vicino poco preparato ad accoglierli.

Altro leggenda associata a quella di Halloween a riferimento a “Jack O’ Lantern”.

La tradizione, molto probabilmente irlandese, vuole che un tal JAck, ubriacone, baro e delinquente, riuscì ad ingannare il diavolo in persona. Una sera Jack invitò Satana a bere quando ad un certo punto propose una scommessa: gli disse che non sarebbe più riuscita scendere da un albero. Satana, credendo che Jack fosse solo un povero pazzo, accettò la scommessa: si arrampicò sull’albero e proprio in quel momento Jack intagliò una grande croce sulla corteccia impedendo così la discesa del diavolo.

Così Jack gli propose un patto: avrebbe immediatamente cancellato la croce solo se il diavolo prometteva di non tentarlo più. Satana accettò.

Quando Jack morì non fu accettato in Paradiso a causa di tutti i peccati commessi sulla terra, ma non fu accettato neanche all’inferno a causa dello scherzo tirato al Diavolo.

Satana, però, gli donò un tizzone affinchè gli illuminasse la strada di questo suo infinito girovagare, e Jack, per fare in modo che questa luce durasse il più possibile, infilò il tizzone in una cipolla.

Si narra, inoltre, che durante la notte di Halloween il suo spirito vada in giro proprio con quel tizzone donato da Satana e per questo motivo fu soprannominato “Jack O’ Lantern”.

Gli irlandesi, quando emigrarono in America, sostituirono la cipolla con grandi zucche che trovarono nella loro nuova terra.

Vuoi scegliere le offerte speciali per Halloween in agriturismo?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *