breaking news

Enogastronomia, l’agenda degli appuntamenti più golosi dell’autunno

settembre 22nd, 2014 | by admin
Enogastronomia, l’agenda degli appuntamenti più golosi dell’autunno
#Foodies
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

La (ri)scoperta di prodotti tipici e di cibi genuini sta dando una grande spinta al turismo ed oggi sempre più viaggiatori scelgono come meta una località sulla base di quanto ha da offrire da un punto di vista culinario. Se il tutto è poi accompagnato da eventi o da un festival, il gioco è fatto: l’attenzione del turista è certamente catturata.

Tutto ciò ha un nome: ‘turismo enogastronomico’. Di certo la trovata non è nuova, però c’è da dire che in tempi più recenti si sta dando un taglio diverso e ci si punta con più convinzione, dal momento che è un trend che ogni anno muove milioni di persone. Emerge un dato certo: il turismo enogastronomico, utilizzato saggiamente, può diventare un valido strumento per la valorizzazione di un territorio.

Turismo e prodotti tipici: giusto connubio per valorizzare il territorio

L’Italia con le sue innumerevoli tradizioni, risulta essere tra i Paesi in cui il turismo imperniato sull’enogastronomia si pratica maggiormente. Naturalmente non sono solo gli italiani a muoversi su e giù per lo stivale; andare alla scoperta di prodotti tipici e sapori di una volta è una particolarità che attira anche gli stranieri.

Così, accanto alle destinazioni note per monumenti o per musei di fama internazionale, si pongono tante altre città ricordate per l’appunto per la loro enogastronomia. Solo sentirne pronunciarne il nome viene l’acquolina in bocca. Però bisogna fare attenzione.

Affinché un prodotto possa essere considerato tipico deve essere legato alla tradizione del luogo, deve far parte del ricettario di famiglia da generazioni, gli abitanti del luogo devono sentirlo proprio, come un qualcosa che c’è da sempre, senza che si possa dare una precisa collocazione temporale, un qualcosa che in poche parole fa parte della memoria storica della collettività.

Quando tutte queste caratteristiche si ritrovano in una preparazione la specialità del luogo può diventare un valore aggiunto per il territorio, se sfruttato con cognizione di causa.
Di seguito vi proponiamo una sorta di agenda da cui prendere spunto per dare magari un taglio diverso al vostro week end.

Festa della Vendemmia nei vigneti Bichet

Arriva l’autunno, stagione sinonimo di vendemmia: a tal proposito vi proponiamo la Festa che si svolge nei vigneti Bichet, ad Isola D’Asti. Un appuntamento, tra fine settembre e inizio ottobre, molto suggestivo, perché si può partecipare attivamente alla raccolta dell’uva e al successivo processo di lavorazione. Una sorta di viaggio nel tempo che vi darà la possibilità di vivere quelli che erano i momenti di aggregazione di un tempo, compresi balli e canti sull’aia.

Festa della nocciola in Sicilia

Prenderà il via il 4 ottobre la IX edizione della festa della nocciola a Novara di Sicilia. L’evento si svolge nel caratteristico e suggestivo borgo di Badiavecchia: ogni anno è raggiunto da un numero sempre maggiore di visitatori. Tutto il paese è coinvolto nell’evento e mani sapienti esaltano nel migliore dei modi i prodotti tipici. Fra tutti spiccano la salsiccia alla nocciola ed il Nocciolino, liquore del borgo. Questa può essere anche un’occasione per visitare i suggestivi ruderi della Badìa.

Eurochocolate di Perugia

Il più dolce degli appuntamenti italiani, la festa del cioccolato – si svolge dal 17 al 26 ottobre – è ormai divenuto un must e attrae visitatori da ogni parte del mondo. Un appuntamento, quello in programma a Perugia, che coinvolge tutti, grandi e bambini: potranno perdersi tra cioccolatini, praline, cup cake, dolcetti, torte e leccornie varie.

Festa del torrone a Cremona

Appuntamento con la dolcezza dal 15 novembre, nove giorni per visitare Cremona attraverso incontri, manifestazioni ed eventi, infatti, un programma molto vasto tra spettacoli, show cooking, degustazioni, musica e parate vi attende. All’ombra del Torrazzo potrete degustare torroni di ogni gusto e provare abbinamenti speciali e – perché no? – insoliti.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *