breaking news

Romics: i fumetti in carne ed ossa

settembre 20th, 2008 | by Red
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Se siete troppo impazienti per aspettare Carnevale e amate fumetti, cartoni animati e videogiochi, Romics è quello che fa per voi.

Si tratta del Festival del Fumetto e dell’Animazione che si svolge ogni anno a Roma e che è già alla sua nona edizione. Dal 2 al 5 ottobre 2008, negli spazi della Nuova Fiera di Roma (via Portuense) avrete l’onore di incontrare in carne ed ossa i personaggi dei cartoon più storici, ma anche i protagonisti dei film di animazione più recenti, gli eroi dei vostri fumetti preferiti, i pupazzi dei videogames che vi hanno più appassionato e, dulcis in fundo, tutto ciò che proviene dallo sconfinato mondo dei manga giapponesi.

Non appena giunti, avrete l’impressione di trovarvi in uno mondo bizzarro e surreale, abitato dai “comics – dipendenti” vestiti dei panni dei loro personaggi preferiti: da Spiderman alla Sposa Cadavere, da Pac Man a Sailor Moon, da Naruto a Doraemon, Topolino, Sasuke, Nana, Goku e chi più ne ha più ne metta. L’evento più atteso del festival è il Cosplay Romics Award, una competizione in cui i partecipanti interpretano (play) il personaggio di cui vestono i panni (costume), gareggiando in ben nove distinte categorie. Alcuni di loro lavorano per mesi alla realizzazione dei loro curatissimi (e talvolta costosissimi) abiti, studiano le espressioni e i gesti dei personaggi o addirittura trascorrono anni in palestra per avere i muscoli dei loro eroi: solo così potranno arrivare all’ambita vittoria e rappresentare l’Italia nel World Cosplay Summit di Nagoya (Giappone).

Ma Romics è molto altro ancora. Negli stand che vengono allestiti troverete non solo gadget di ogni sorta, ma anche molti oggetti da collezione e numeri introvabili di fumetti. Inoltre un’intera sala è dedicata al mondo dei videogiochi: qui potrete divertirvi non solo con quelli storici e indimenticabili, ma anche con i giochi di ruolo e i videogames appena lanciati sul mercato. A tal proposito, la novità di Romics 2008 è la finale italiana del World Cyber Games, il torneo di qualificazione alle Olimpiadi dei Videogiochi a cui partecipano ben 77 Paesi del Mondo. Gli appassionati del settore sapranno poi che nel 2008 ricorrono ben tre anniversari: il sessantesimo compleanno di Tex; la celebrazione dei 30 anni del cartoon giapponese Goldrake e il centenario della nascita in Italia del fumetto (Il Corriere dei Piccoli, 1908), che Romics non può evitare di celebrare degnamente attraverso incontri e mostre.

Romics infatti nasce fin dal principio con l’intento di raccontare il mondo dei fumetti e dell’animazione storicizzandolo e sottolineando il suo peso culturale. E’ per questo motivo che ogni anno sono organizzati convegni e tavole rotonde cui presiedo sia maestri del fumetto di fama internazionale che professori universitari, esperti di antropologia, comunicazione e cinema. Sono inoltre organizzate lezioni sulla storia del fumetto e dell’animazione, oltre che veri e propri laboratori pratici in cui i maestri del fumetto mostrano passo per passo la sua realizzazione, dalla bozza all’impaginazione. E’ quasi inutile precisare che, in un festival così ricco, non possono mancare mostre dedicate al disegno e al fumetto e proiezioni di cartoni animati.

Infine, tra le iniziative più recenti, Romics ha inaugurato l’anno scorso quella del Concorso di libri a fumetti in cui concorrono le pubblicazioni più interessanti dell’ultimo anno, con la collaborazione di ben 21 case editrici e la partecipazione di 50 libri.
Insomma Romics dimostra che il fumetto non è solo da leggere e sfogliare e che l’animazione va ben oltre la soglia della tenera età. Romics e tutto da vedere e da vivere!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *