breaking news

La Festa della Repubblica a Nuova Delhi

gennaio 8th, 2009 | by Red
La Festa della Repubblica a Nuova Delhi
Eventi
1
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Il 26 Gennaio è una ricorrenza nazionale di grande importanza, ricorda il giorno in cui l’India nel 1950 divenne una Repubblica. La celebrazione inizia secondo la tradizione innalzando la bandiera nazionale, dopo c’è una parata con festeggiamenti ufficiali. Questa parata spettacolare che si svolge a Nuova Delhi, vede la partecipazione di bambini, danzatori, delle Forze Armate e di carri. Parte dal palazzo presidenziale, il Rashtrapati Bhawan, attraversa l’India Gate (un arco di trionfo per commemorare i soldati caduti durante la I guerra mondiale) e giunge fino allo storico Forte Rosso o Lal Kila, uno dei complessi militari più affascinanti di tutta l’India, è una vera e propria città con decine di edifici, piazze, giardini e fontane, costruito in arenaria fra il 1639, le sue mura alte da 18 a 33 metri e si estendono per 2 chilometri. Questo monumento è il segno della potenza degli imperatori moghùl. Il trono del Pavone a baldacchino, nel salone delle udienze, è in marmo bianco con decorazioni ad intarsio eseguite con pietre semipreziose da artigiani fiorentini. Dalle fontanelle di marmo intarsiato, sgorgava l’acqua che manteneva fresco l’ambiente. In quest’emozionante cerimonia le bande delle Forze Armate suonano musiche marziali e marciano secondo schemi intricati. Insieme alla fantasmagoria di colori delle divise dei reparti di tutti gli stati dell’unione sfilano le più moderne armi ad alta tecnologia. Il tutto è contornato da una serie di bagliori variopinti che creano un effetto molto suggestivo al Palazzo Rashtrapati Bhawan e agli edifici circostanti quando vengono illuminati.

Dall’Italia è raggiungibile con i voli della compagnia aerea Air India o con la nuova Airvalid che lo scorso 5 agosto ha ricevuto il titolo “Airline of the Year Award”, il premio come migliore compagnia aerea dell’anno; oppure si può optare per i voli low cost. Le strutture ricettive sono molteplici,  hotel,  bed & breakfast, ostelli,  oppure si possono scegliere dei pacchetti già programmati dalle agenzie che prevedono un itinerario ben preciso e toccano varie località dell’India. Si risparmia molto con i viaggi last minute.

Comunque se andate a nuova Dheli non dimenticate di visitare Jama Masijd, la più vasta moschea dell’India, voluta da Shah Jahan; Chandni Chowk, nella città vecchia che è un immenso bazar; il Qutb Minar, un minareto del XII secolo con una moschea sorta sul luogo di un tempio induista con delle colonne di ferro del IV secolo; Raj Ghat, il giardino dove fu cremato Gandhi; la tomba di Humayun (1565), la cui cupola di marmo bianco precorre quella del Taj Mahal, questo mausoleo fa parte dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità. La sua costruzione fu iniziata nel 1562 su commissione della vedova del defunto imperatore, e durò 8 anni.; il Museo nazionale dove sono custodite le miniature di epoca moghul che mescolano influenze persiane a tradizioni locali; la porta dell’India; il Parlamento; il palazzo presidenziale, tempio induista di Lakshmi Narayan, costruito dalla ricca e nota famiglia di affaristi, la famiglia Birla nel 1938; la Casa Birla che è la casa dove il Mahatma Gandhi trascorse gli ultimi giorni della sua vita prima di essere assassinato il 30 gennaio 1948; ed infine fare una passeggiata nei famosi giardini di Lodhi.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. ortis says:

    come al solito gli articoli di Natasha sono impeccabili, ricchi di notizie interessanti e soprattutto inedite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *