breaking news

L’11 Novembre: la notte di San Martino a Milano

novembre 11th, 2009 | by Red
L’11 Novembre: la notte di San Martino a Milano
Eventi
1
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

L’11 novembre è la festa di San Martino, che in molte città d’Italia dà luogo ad alcune tradizionali feste popolari. Anche a Milano si festeggia con uno scorcio della Puglia nel locale Lime Light, la Notte di San Martino. I protagonisti della festa sono come vuole la tradizione, la pizzica, i taralli e il vino. La musica è un connubio tra tradizione e cultura, non solo salentina, ma italiana e lombarda.

In apertura, alle ore 21,00 si esibiranno gli A Sgrasciu, un gruppo emergente di recupero e riproposizione del repertorio tradizionale salentino. A seguire, alle ore 22,30 si esibiranno gli Sciacuddhuzzi, capitanati da Giuseppe Attanasi, in un viaggio musicale attraverso il meglio del repertorio tradizionale salentino e popolare italiano. Ad accompagnare la band c’è la grintosa voce di Emanuela Gabrieli e I Canta Milano, depositari dell’antica tradizione popolare lombarda.

La pizzica, è una danza tradizionale del Salento, sebbene fosse originariamente diffusa in tutta la Puglia e nella Basilicata orientale. Fa parte della grande famiglia delle tarantelle, il gruppo di danze diffuse in tutta l’Italia meridionale. Alcune fonti indicano che il mito della taranta deriva dal fatto che un tempo i contadini vivevano a stretto contatto con la terra e gli animali, tra cui i ragni e la tarantola e che morsi da quest’ultima si sentivano improvvisamente male e svenivano. Dopo molti casi non curati dalla medicina tradizionale, si notò che la persona in questione appariva in uno stato di trance continuo e non aveva alcuna reazione ad eccezione di un ballo durante la suonata di alcuni strumenti tra cui, il tamburello.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. madeleine says:

    La pizzica è un bel ballo, molto coinvolgente. L’ho ballato anch’io quando sono andata in Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *