breaking news

Il ghiaccio diventa arte in Cina

gennaio 10th, 2011 | by M.An.To
Il ghiaccio diventa arte in Cina
Arte & Cultura
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Ha preso il via ad Harbin il Festival Internazionale della Neve e del Ghiaccio, uno dei più spettacolari al mondo che ogni anno richiama turisti provenienti da ogni angolo del pianeta. L’antica città di Harbin che si trova nella Cina nordorienatle,  nella provincia di Heilongijang, ospita per il venticinquesimo anno consecutivo questa speciale mostra “sotto zero” fatta di gigantesche sculture, interi palazzi, tipici igloo, corridoi trasparenti  e tante altre opere d’arte che danno forma e vita ad una vera e propria città parallela.

Per la conservazione di questi spettacolari capolavori, arricchiti da luci ed effetti speciali,  non c’è alcun problema: in questo periodo si toccano tranquillamente i -30 gradi e fino a febbraio, quando l’evento chiuderà i battenti, rimarranno in esposizione per le migliaia di turisti che vorranno visitare questo immenso show all’aperto. A contendersi il premio per l’opera più bella e originale migliaia di artisti armati di scalpello; sono loro che hanno realizzato – come vuole la tradizione – anche le oltre 2000 lanterne di ghiaccio che si trovano lungo il  fiume Songhua le quali rievocano un’antica leggenda invernale e che danno vita all’imperdibile Ice Lantern Garden  Party.

Questa antica  tradizione prese il via con la dinastia Qing nel ‘600 con le prime lanterne di ghiaccio. Da allora davanti alle case, d’inverno, vengono poste le lanterne scolpite nel ghiaccio. Poi la cultura del ghiaccio scolpito è diventata arte fino alla creazione del Festival che è giunto alla 25/ma edizione con una cristallizzazione di opere incredibili.

Considerata la Mosca d’Oriente, la città di Harbin risale a tremila anni avanti Cristo e conobbe il suo massimo splendore sotto il dominio del fratello minore di Gengis Khan. Anche oggi non scherza in fatto di bellezza: oltre alle eleganti architetture  è anche una delle città più cosmopolite della Cina, con bar, hotel e negozi. E poi c’è la Grande Via Centrale, una delle più lunghe dell’Asia, considerata la via della moda dove una puntatina è d’obbligo se si vuole fare un po’ di shopping.

Da non perdere  anche la visita al Siberian Tiger park , un  grande parco naturale creato per proteggere le tigri siberiane. Il periodo migliore per visitarlo è proprio l’inverno: tra dune di neve e  ambienti artici è possibile ammirare anche linci, leoni e puma neri .

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *