breaking news

Halloween in America: proposte di viaggio per il ponte di Ognissanti

ottobre 6th, 2008 | by M.An.To
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Di proposte di viaggio per il prossimo ponte di Ognissanti ve ne sono una montagna, con una varietà impressionante di destinazioni. Anche perché la ricorrenza, coincide con  una ben più nota festa – ormai – mondiale: Halloween.

Secondo la leggenda, gli spiriti erranti dei morti  tornano la notte del 31 ottobre in cerca di un corpo da possedere per l’anno successivo. I Celti credevano che in questa magica notte tutte le leggi fisiche che regolano lo spazio e il tempo venissero sospese, rendendo possibile la fusione del mondo reale e dell’aldilà. Per non essere posseduti, i contadini dei villaggi rendevano le loro case fredde ed indesiderabili spegnendo i fuochi nei camini e rendendo  i loro corpi orribili con maschere mostruose.

Con il passare del tempo questi spiriti, che una volta venivano ritenuti selvaggi e potenti, assunsero un connotato nettamente diabolico e malvagio. Così, durante le celebrazioni per Halloween, apparvero rappresentazioni di fantasmi, scheletri, simboli della morte, del diavolo e di altre creature maligne, come le streghe.

La festa di Halloween venne portata negli USA intorno al 1840 dagli emigranti irlandesi che fuggivano dalla carestia di patate che aveva colpito la loro patria. Halloween è una parola di antichissima origine anglosassone; risalente alla  tradizione della chiesa cattolica, deriva da una contrazione della frase “All Hallows Eve” ovvero la notte di Ognissanti festeggiata il 31 ottobre, data che nel quinto secolo avanti Cristo nell’Irlanda celtica coincideva con la fine dell’estate: in questa ricorrenza – chiamata Samhain – i colori tipici erano l’arancio per ricordare la mietitura e quindi la fine dell’estate ed il nero a simboleggiare l’imminente buio dell’inverno. Ma è considerata anche il periodo in cui si concludono i vecchi progetti, si valuta criticamente quanto si è ottenuto nell’anno e si pensa ai nuovi progetti ed alle nuove imprese per l’anno nuovo.

Come scegliere allora, i luoghi più suggestivi per ricordare questa emozionante ricorrenza? Una proposta di viaggio per chi ha già la valigia pronta è Salem, una cittadina del Massachusetts, 25 chilometri a nord di Boston. La storia di Salem è tristemente nota per i processi alle streghe intentati sul finire del 1691: isteria e panico si diffusero nel paese abitato in prevalenza da pellegrini puritani dopo che iniziarono a verificarsi alcuni episodi inspiegabili (convulsioni, visioni, divinazioni) e per questa ragione classificati sotto la voce di “malocchio” e “stregoneria malefica”: vicende che avviarono una sanguinosa caccia a streghe e stregoni costellata da incarcerazioni e condanne a morte che coinvolsero una ventina tra donne e uomini.

E proprio a Salem, sono appena iniziati gli Haunting Happenings, gli eventi stregati: una carrellata di appuntamenti a base di cappelli neri a punta e zucche illuminate, in programma ogni giorno per tutto il mese fino alla nottata clou tra il 31 ottobre e il primo novembre. Una grande parata in maschera ha già aperto il festeggiamenti lo scorso 2 ottobre. Ogni giorno sono previsti incontri e appuntamenti, come il Bizzarre Bazar, un festival di strada con venditori e musica dal vivo o l’atteso Salem Witches Halloween Ball, il gran ballo delle streghe, seguito da un rituale sacro di tamburi, in programma all’Hawthrone Hotel.

Sul sito della manifestazione è pubblicato un dettagliato elenco di hotel e camere disponibili a Salem nei giorni del festival.

Per saperne di più:
Ente del Turismo del Massachusetts
Città di Salem
Halloween Festival

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *