breaking news

All’Expo per riscoprire l’immenso patrimonio artistico di Milano

aprile 20th, 2015 | by Red
All’Expo per riscoprire l’immenso patrimonio artistico di Milano
#Sapevatelo
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Il conto alla rovescia è già iniziato. Parliamo naturalmente dell’Expo 2015, di scena a Milano dal primo maggio al 31 ottobre. Per sei mesi l’esposizione universale metterà l’Italia – e in particolare il capoluogo meneghino – sotto i riflettori di tutto il mondo.

Sono infatti attesi 20 milioni di visitatori per quello che è considerato in assoluto il più grande fra gli eventi finora dedicati all’alimentazione e alla nutrizione. Cifre da capogiro, alle quali si aggiungono un milione di metri quadrati di area espositiva e i 140 Paesi coinvolti.

Per l’Italia un’occasione più unica che rara per mettersi in evidenza, grazie al suo immenso patrimonio storico-artistico e – perché no? – per le sue peculiarità enogastronomiche, invidiate in tutto il mondo. Ma questa è una grande opportunità anche e soprattutto per la Milano turistica.

Effetto Expo: Milano la città più “cliccata” dagli italiani

Ebbene sì, perché chi ha deciso o sta decidendo di trascorrere qualche giorno nel capoluogo lombardo non ha affatto intenzione di limitarsi a visitare i padiglioni o a seguirsi i tantissimi eventi organizzati in questi mesi di Expo.

Molti visitatori hanno già manifestato l’intenzione di conoscere più a fondo quella che può essere considerata la capitale italiana della finanza, della moda, oltre che un punto di riferimento dal punto di vista storico e culturale. Dell’accresciuto interesse per la “destination” Milano ne ha parlato anche il settimanale L’Espresso, prendendo spunto da una serie di dati diffusi da Trivago.

Rispetto al 2014 le ricerche su Milano come meta turistica sono aumentate del 19%. L’interesse riguarda soprattutto gli italiani: il 78% di queste visite, infatti, provengono dalle altre regioni del Bel Paese. Ma anche dall’estero arriva qualche segnale.

Grande interesse anche tra i francesi

Al momento i più interessati sembrano essere i francesi: le ricerche dai pc dei transalpini sono raddoppiate rispetto all’anno precedente, anche perché una visita all’Expo permette anche qualche puntatina verso il Piemonte o la Liguria.

Più tiepida la Germania, ma con l’avvicinarsi dell’estate – quando cioè si ha più tempo a disposizione per vacanze – c’è da scommettere che l’interesse aumenterà anche fra i vacanzieri teutonici e tra quelli degli altri Paesi europei.

Certo è che il richiamo dell’esposizione universale è destinato a dare una spinta ulteriore a quella che è considerata la 13esima città più visitata al mondo, oltre che una delle mete più gettonate in assoluto per il 2015. Del resto il patrimonio culturale di Milano è notevole, proprio perché questa realtà nel corso dei secoli è sempre stata al centro dell’Europa e dei grandi avvenimenti che hanno fatto la storia del Vecchio Continente. E che hanno lasciato tracce importanti.

Cosa vedere: dal Duomo alla Pinacoteca di Brera

Basterebbe solo il Duomo per rendere l’idea. Ma sarebbe riduttivo. Milano è anche la città che ospita il Cenacolo (l’Ultima Cena) di un certo Leonardo da Vinci (refettorio Santa Maria delle Grazie), è la città del Palazzo Sforzesco e dei suoi musei.

Ed è la città della celeberrima Pinacoteca di Brera: è uno dei musei più importanti al mondo, con opere che vanno dal XIII al XX secolo, da Raffaello a Modigliani. Senza dimenticare il teatro alla Scala o Il Piccolo, la Galleria Vittorio Emanuele II con i suoi caffè e i negozi alla moda. O, ancora, i caratteristici Navigli, oggi simbolo della movida milanese.

Ma questi sono solo alcuni spunti per passare ore liete nel capoluogo lombardo, aggiungendoci magari anche un po’ di shopping (o una semplice passeggiata) tra le vetrine nel quadrilatero della moda. C’è solo l’imbarazzo della scelta.

Le mostre in programma nei mesi dell’Expo

E poi gli eventi. Destinati ad aumentare in maniera vertiginosa nei mesi dell’esposizione universale, a prescindere da quelli organizzati nell’area espositiva. Basta consultare i vari siti web per farsi un’idea. Ma prima di salutarci e augurarvi buon Expo, agli amanti della cultura segnaliamo alcune mostre.

Alla Triennale, fino al primo novembre c’è quella dal titolo: “Arts & Foods. Rituali dal 1851” (ovviamente ispirata dall’Expo), mentre a Palazzo Reale sono diversi gli appuntamenti in agenda: fino al 19 luglio è possibile ammirare l’esposizione “Leonardo da Vinci 1452-1519”; dal 2 settembre al 10 gennaio 2016 è di scena “Giotto, l’Italia. Da Assisi a Milano”; mentre dal 21 luglio al 10 gennaio 2016 c’è l’esposizione “Natura, mito e paesaggio dalla Magna Grecia a Pompei”. Ora possiamo dirlo: buon Expo 2015!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *