breaking news

All’Antica Fiera di Santa Lucia di Piave

settembre 23rd, 2009 | by Red
All’Antica Fiera di Santa Lucia di Piave
Arte & Cultura
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Manca poco più di un mese al tradizionale appuntamento con l’Antica Fiera di Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, e già fervono i preparativi. Il  7 e l’8 novembre la rievocazione storica si arricchirà con nuovi personaggi, con spettacoli e degustazioni a tema. Tra le novità di quest’anno la presenza dei Guerrieri Ungari, campioni europei di tiro istintivo con l’arco che si esibiranno durante il grande spettacolo teatrale di fuoco di domenica; il concerto Ventaglio d’arpe, con un’orchestra di 23 arpe; l’esposizione di macchine da guerra medievali e quelle progettate da Galileo Galilei all’interno dell’Ex Filanda.

Un tuffo nel 1300, quando nelle piazze dei villaggi medioevali, a scandire il corso delle stagioni erano fiere e mercanti che portavano le innovazioni con il commercio da Oriente e dal Nord Europa tra cui prodotti della terra, ceramiche, stoffe, pelli e bestiame . La fiera medioevale, che rimane legata ai primi traffici sulla via Ungarica e al guado obbligato di Lovadina, nei traffici commerciali tra Venezia e le Fiandre, rivivrà nella rievocazione storica di novembre con tanti eventi impedibili.

Nel grande mercato medievale funzionerà l’osteria “Le Torreselle” dove si potrà degustare una birra creata appositamente per l’occasione dallo storico birrificio artigianale San Gabriel. Per gli acquisti all’interno del mercato si utilizzano le monete appositamente coniate dal battimoneta e cambiate dal cambia valute in alcuni punti strategici. Inoltre, si potrà  essere protagonisti degli spettacoli con i falchi, osservare i duelli dei guerrieri a cavallo, o farsi decantare buoni auspici dalla sibilla, lasciare i bambini a divertirsi con antichi giochi tra musici e giullari.

Riconfermata anche la proposta turistica con le indicazioni sul pernottamento e la degustazione di piatti tipici medievali in alcune trattorie locali. Particolare attenzione è dedicata anche ai camperisti, con un programma personale di accoglienza e visite guidate in questa splendida parte della Marca Trevigiana a ridosso delle colline del prosecco e del Cima da Conegliano.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *