breaking news

A Torino il cinema è sempre di scena

novembre 14th, 2008 | by Red
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Da pochi giorni si è concluso il Festival Internazionale del film di Roma, ma per tutti i cinefili che sono mancati all’evento, non è il caso di disperare: dal 21 al 29 Novembre Torino ospiterà il più datato, ma forse meno chiacchierato, Torino Film Festival, già alla sua XXVI edizione.

Se a Roma l’Auditorium contribuisce a creare una monumentale cornice all’evento celebrato in pompa magna, a Torino il più modesto, ma non meno ricco e interessante festival dispone degli spazi di quattro cinema (Ambrosio, Greenwich, Massimo e Nazionale) per le proiezioni dei film e del Circolo dei Lettori per le conferenze stampa, gli incontri e le presentazioni.

Oltre ai 15 film in gara, tutti titoli stranieri, sono previste molte altre sezioni, come ad esempio quella dedicata al cinema documentario e quella che dà voce ogni anno ad un tema diverso, che quest’anno sarà la politica. Inoltre sono ben tre le retrospettive dedicate rispettivamente alla British Renaissance, movimento cinematografico degli anni ’80, e a due registi internazionali: Jean-Pierre Menvill, di cui saranno proiettati 13 film e un documentario, e Roman Polanski, di cui sarà possibile vedere non solo tutta la filmografia, ma anche un documentario, alcune pubblicità da lui dirette e dei film in cui ha recitato.

E proprio Polanski è una delle presenze più attese del festival, assieme ad Oliver Stone – regista dell’attesissimo “W”, film che aprirà il festival – e a molti altri come Peter Del Monte, Marco Tullio Giordana e Paolo Virzì. E se questo ancora non vi basta, c’è da dire che garante della qualità del festival è il regista Nanni Moretti, che sarà presente anche in occasione dei vari dibattiti che si terranno con i registi.
Per chi non vuole perdere questo evento è il caso di darsi da fare: i biglietti sono già in vendita dal 10 novembre, ma per coloro che amano il cinema e vogliono vederlo a Torino tutto l’anno, non resta che recarsi al Museo Nazionale del Cinema, ospitato addirittura nella Mole Antonelliana. L’edificio simbolo della città di Torino è infatti sede di uno dei musei più singolari e soprattutto spettacolari d’Italia, che ripercorre la storia di un’arte così giovane a cominciare dai suoi albori.

Il percorso ha infatti inizio nella sezione “archeologia del cinema”, dove sarà possibile rivivere la storia dell’immagine illusionistica: la prospettiva, la fotografia, la stereoscopia, le prime macchine che creavano le immagini in movimento, le macchine delle ombre e moltissima altri oggetti curiosi di cui non immaginiamo neppure l’esistenza. La visita prosegue nella maestosa “Aula del Tempio”, il cuore del museo, dove ci si potrà distendere sulle poltrone-sdraio e guardare distesi dei film che incessantemente si susseguono. Su questa enorme sala affacciano dieci porte che conducono ad altrettante ricostruzioni di set cinematografici, come il saloon western, il laboratorio scientifico e il salottino anni ’60, in cui è permesso toccare tutto con mano, trattandosi di ricostruzioni. Salendo ancora più su, si giunge alla sezione didattica, dove si scopriranno tutte le fasi di realizzazione di un film e infine, per i veri intenditori, sarà un piacere passeggiare attorniati da un gran numero di locandine originali dei film più celebri della storia del cinema.
Insomma, è proprio il caso di parlare di uno “spettacolo” da non perdere!

Info:
Torino film festival
Museo Nazionale del Cinema

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *