breaking news

A Napoli torna a splendere il teatro San Carlo, per l’inaugurazione della stagione 2010

febbraio 2nd, 2010 | by Red
A Napoli torna a splendere il teatro San Carlo, per l’inaugurazione della stagione 2010
Eventi
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Dopo la recente restaurazione, è tornato a splendere il più antico teatro lirico d’Europa, il noto Teatro San Carlo di Napoli, fondato nel 1737 da Carlo I di Borbone e riconosciuto patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

La stagione teatrale è stata inaugurata, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, con la messinscena dell’opera di Wolfagang Amadeus Mozart “La clemenza di Tito”, che dopo la “prima” del 27 Gennaio, è stata replicata il 29 e il 31 e sarà riproposta il 2 e il 4 Febbraio.

I complessi lavori di restauro, ristrutturazione e ammodernamento tecnologico della sala, del palcoscenico e di tutti gli spazi interni dell’antica struttura, sono stati realizzati nel rispetto della sua originaria bellezza e lo hanno reso uno dei teatri più moderni al mondo.
L’accurato restauro ha interessato i rilievi decorativi, gli ori, le cartepeste e le patine meccate ed è stata inoltre riportata alla luce la tela di 500 metri quadrati che decora il soffitto della sala.
Le 580 poltrone della platea sono state rinnovate ed è stata migliorata la visuale degli spettatori e l’acustica.

La stagione 2010, che terminerà a Maggio, propone un calendario ricco di eventi che vedrà protagonisti i capolavori di insigni compositori quali, tra gli altri, Gioacchino Rossini, Gaetano Donizetti e Giuseppe Verdi.

E’ un tratto essenziale dell’identità partenopea quello restituito alla città di Napoli, dove la cultura teatrale è da secoli fortemente radicata.
Il San Carlo è una ricchezza di inestimabile valore, da preservare con cura e da esibire con orgoglio, poichè conferisce lustro alla città e alla Nazione intera.

Foto – www.ilportaledelsud.org/san_carlo.htm

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *