breaking news

A giugno visita Assisi, c’è anche la gara di tiro alla balestra

maggio 25th, 2015 | by Red
A giugno visita Assisi, c’è anche la gara di tiro alla balestra
#Sapevatelo
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Siete alla ricerca del week end giusto per andare in Hotel ad Assisi e concedervi un viaggio che ritempri lo spirito nei luoghi di San Francesco? E magari approfittare anche di qualche evento particolare in loco? Le date giuste ve le suggeriamo noi: sabato 13 e domenica 14 giugno 2015.

È infatti in programma una gara davvero singolare, una competizione dal sapore cavalleresco che vi proietterà indietro nel tempo di qualche secolo: stiamo parlando della 31esima edizione del Campionato Italiano di Tiro alla Balestra.

Grazie alla Compagnia Balestrieri di Assisi, in città saranno ospitate le diverse città d’Italia che ancora si cimentano con la balestra. Nella giornata di sabato sono previsti degli spettacoli curati dai gruppi delle località invitate alla manifestazione, mentre il giorno successivo sono in programma le gare vere e proprie. L’appuntamento è nell’area attrezzata dell’Istituto Serafico.

Ma questo è solo uno spunto, una divertente e interessante parentesi di un fine settimana da dedicare a una città ricca di storia e di spiritualità e a una terra, l’Umbria, che merita di essere visitata e assaporata in ogni suo angolo.

Nei luoghi dove visse San Francesco

Andare ad Assisi significa innanzi tutto visitare la Basilica di San Francesco: per la sua bellezza e per la sua storia è stata inserita (insieme ad altre strutture) nel Patrimonio dell’Umanità tutelato dall’Unesco. In questo luogo di culto – che da secoli accoglie le spoglie del Patrono d’Italia – si respira un’atmosfera unica.

C’è un qualcosa di indefinibile a parole, che sembra rapirvi e che vi farebbe restare lì per sempre. Ci si sente in pace, più sereni, a prescindere dal credo religioso. Un vero toccasana per l’anima.

E – sempre al di là del credo religioso – questa basilica merita una visita anche per la sua maestosità da punto di vista architettonico. Due chiese in una: quella inferiore – dove c’è la tomba di San Francesco – è di chiara matrice romanica, mentre quella superiore è di ispirazione gotica. Due chiese diverse, ma accomunate dall’irresistibile fascino delle decorazioni.

Dal centro storico a Santa Maria degli Angeli

Assisi non è però solo questo. Nel centro storico c’è da visitare anche la basilica di Santa Chiara oppure l’altrettanto interessante cattedrale di San Rufino o, ancora, la Rocca Maggiore e la Piazza del Comune, caratterizzata dalla presenza di una fontana cinquecentesca e dal tempio di Minerva, di epoca augustea.

Una città che abbraccia secoli di storia, dunque. Ma che sa offrire ancora molto ai suoi visitatori. Quando si sta arrivando o si sta lasciando Assisi, ad esempio, si resta colpiti dalla basilica di Santa Maria degli Angeli (nell’omonima frazione) e dall’imponente cupola concepita dal Vignola. All’interno della basilica papale c’è la Porziuncola, la cappella dove si raccoglieva in preghiera il Poverello d’Assisi.

E questa potrebbe essere anche una località strategica per la vostra vacanza alla scoperta di questa regione. Oltre a poterne approfittare per soggiornare in una struttura elegante e accogliente quale il Dal Moro Gallery Hotel, potrete fissare qui il vostro quartier generale dal quale partire per raggiungere altre località interessanti dell’Umbria.

Cosa vedere nei dintorni

Come non visitare Perugia, ad esempio? Dista meno di trenta chilometri da Assisi. La Rocca Paolina, la Fontana Maggiore, gli archi etruschi e gli edifici del centro storico (come ad esempio il Palazzo dei Priori) sono un invito a nozze per gli amanti della storia e della cultura. E nei vicoli c’è sempre la possibilità di fare una sosta per gustare specialità enogastronomiche tipiche.

Se poi siete amanti della natura, sappiate che da queste parti c’è il Parco del Monte Subasio, terreno ideale per le escursioni di ogni genere. Né è proibitivo raggiungere il lago Trasimeno (continuando verso nord, dopo Perugia), oppure le cascate delle Marmore procedendo verso sud, magari facendo tappa anche nella suggestiva Todi.

Ma questi sono solo alcuni degli spunti per visitare Assisi e i suoi dintorni. Chi già è stato in questa zona sa che ci sono tantissime altre attrazioni e luoghi di grande interesse. Chi ci arriva la prima volta può tranquillamente improvvisare: ovunque andrete, l’Umbria saprà sorprendervi. E conquistarvi

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *