breaking news

“Fiori d’inverno” festeggia il principe degli ortaggi veneti: il radicchio

ottobre 8th, 2009 | by M.An.To
“Fiori d’inverno” festeggia il principe degli ortaggi veneti: il radicchio
Eventi
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Il radicchio trevigiano protagonista di Fiori d’Inverno. La Pro Loco di Treviso sta mettendo a punto i dettagli della terza edizione della kermesse gastronomica in programma a partire dal 6 novembre fino al 28 marzo 2010. Saranno in tutto undici gli eventi promossi su tutto il territorio regionale per la valorizzazione del radicchio veneto. Da quello Rosso di Treviso e quello Variegato di Castelfranco Igp.

La manifestazione è organizzata dalla Provincia di Treviso e dall’Unpli Veneto, in collaborazione con la Provincia di Venezia che ospita nel suo territorio alcune tappe della manifestazione. Preziosa la partnership con il Consorzio di Tutela del Radicchio, con le Pro Loco coinvolte e con il Consorzio Marca Treviso.
Il cartello promozionale ‘Fiori d’Inverno’ crea un momento di incontro tra produttori e consumatori per conoscere la storia produttiva e le qualità organolettiche dei radicchi in un percorso di filiera corta ‘dal campo al piatto’ ed è al tempo stesso un’occasione importante per promuovere le valenze ambientali, turistiche e culturali del luogo grazie all’importante collaborazione dei volontari delle Pro Loco, cuore pulsante delle iniziative.

Secondo un vecchio detto popolare, il radicchio rosso è il dono che l’autunno fa all’inverno, per rallegrare con un po’ dei suoi colori i campi ormai brulli e incupiti. Ma le leggende su questo gustoso ortaggio sono molte e ancora oggi gli anziani contadini amano raccontarle: c’è chi parla di uccelli che hanno lasciato cadere il seme di questa pianta sul campanile del paese in tempi remoti, chi parla di frati che hanno saputo trovare e conservare con cura questo seme, chi ancora racconta di una piantina che cresceva spontanea lungo i fossi e ai bordi degli orti fino a quando qualcuno non scoprì la possibilità di trasformarla nel croccante radicchio per mezzo dell’imbianchimento.

La consacrazione ufficiale del radicchio rosso come pregiato ortaggio invernale simbolo di Treviso e protagonista delle tavole, avviene per opera di Giuseppe Benzi, un agronomo di origine lombarda trasferitosi nel 1876 a Treviso come insegnante e che, divenuto responsabile dell’Associazione Agraria Trevigiana, darà vita, nel dicembre del 1900, alla prima mostra dedicata alla “rossa cicoria”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *