breaking news

Vacanze studio Londra

dicembre 13th, 2010 | by M.An.To
Vacanze studio Londra
Gran Bretagna
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Vacanze studio Londra, la destinazione mito dei giovani per imparare l’inglese divertendosi. Chi non ha sognato almeno una volta di andare all’estero per imparare una lingua straniera? Tutti i ragazzi, di sicuro. Ma anche quelli più in là con gli anni, della cosiddetta fascia d’età “matura” che avrebbero tanto bisogno di imparare una lingua straniera (e quale se non l’inglese?) sognano Londra.

Ecco che allora la capitale del Regno Unito, la città per eccellenza dove nascono le tendenze che influenzano l’intero pianeta, sede indiscussa della cultura giovanile in continua evoluzione, diventa meta preferita di vacanze studio all’estero. Il perchè è presto detto. Londra è una delle città più affascinanti del mondo. Una metropoli dove si mescolano culture ed etnie di tutto il globo terrestre e dove gli stimoli di una, anzi di tantissime culture – da quelle più classiche a quelle più alternative – rendono l’esperienza di una vacanza studio, assolutamente unica.

Perché a Londra tutto fa tendenza e tutto è assolutamente all’avanguardia. Una ricchezza multiculturale inestimabile si mescola agli usi e ai costumi tipici degli inglesi (dal tea time al fair play, passando per la monarchia e i tabloid al vetriolo) al loro innato gusto per l’eccentricità. Proviamo solo ad immaginare cosa si scatenerà tra gossip e nuove tendenze con quello che è stato già chiamato il matrimonio del secolo, tra il principe William e Kate Middleton, che si terrà nella prossima primavera ed esattamente il prossimo 29 aprile 2011, giorno dichiarato festa nazionale.

Ma c’è una cosa che Londra e l’Inghilterra in generale possiede e che nessun paese del mondo è ancora riuscito ad eguagliare: scuole di altissima qualità, poli formativi eccellenti che da una parte rendono lo studio vivace e stimolante, dall’altra regalano una vacanza veramente completa, a trecentosessanta gradi.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *